Talvera, ragazzini ubriachi e spaccio davanti al Museion: “Altro che piazza Erbe”

La denuncia di alcuni residenti tra i ponti del Museion e quelli di legno sul Talvera: “Gli adolescenti si ritrovano qui ubriachi e ci orinano sulle porte mentre lo spaccio è all’ordine del giorno. Servono più controlli”

Il Talvera come luogo di “piccoli rave improvvisati”. Mentre l’attenzione mediatica e della politica è su piazza Erbe (con l’attesa per l’eventuale nuova ordinanza come raccontiamo qui) ci sono altri punti di Bolzano dove le problematiche sono le stesse ma con meno clamore. L’area cani libera che si estende lungo le Passeggiate dal Talvera dai ponti del Museion fino ai ponti di legno per le biciclette è una di queste.

Sabato notte fino alle 3 del mattino non c’è stata pace per chi abita affacciato su questo angolo verde al Talvera. A confermarlo una residente: “Una cinquantina di adolescenti si sono impossessati della zona urlando ubriachi. Una situazione al limite che si può anche comprendere trattandosi di sabato sera”. Dopo qualche ora, però, i giovanissimi hanno oltrepassato i limiti: “Sono venuti ad orinare contro le nostre porte di casa e contro i cancelli. Ancora adesso si sente la puzza quando si passa. Un comportamento incivile ed incomprensibile. Abbiamo chiamato il 112 ma purtroppo non è servito a nulla. Quando abbiamo provato a chiedere personalmente di evitare queste schifezze non le dico le risposte che abbiamo ricevuto”.

IL DISAGIO QUOTIDIANO

Secondo i residenti, tuttavia, non si tratta di un caso isolato. “Ci siamo abituati perchè ormai tra quel prato e il recinto utilizzato al Talvera dalla scuola primaria Dante per giocare succede di tutto. Spesso si trovano spacciatori ed ubriachi nell’area riservata ai bambini senza che intervenga nessuno. Purtroppo gli unici controlli che vengono effettuati sono sui proprietari dei cani e quando superano il limite con l’animale libero vengono giustamente sanzionati. Servirebbe, però, qualcosa di più efficace”.

Alan Conti

Foto Wikipedia