Südtirol di misura con l’Arezzo: le pagelle dei biancorossi

BOLZANO. L’Arezzo si presenta al Druso come penultima forza del campionato ma i valori in campo dicono tutt’altro. I toscani se la giocano a viso aperto e ad armi pari, l’FCS passa per 1-0, grazie alla rete di Casiraghi alla mezz’ora del primo tempo.

ALTO ADIGE (4-3-2-1)

Poluzzi 6
Passa un’oretta dove usa più i piedi che le mani poi è costretto a mettersi sull’attenti.

El Kaouakibi 6.5
Spinge tanto in fase offensiva ed è attento dietro. Il gol nasce da un suo buon recupero, oltretutto sulla fascia non di sua competenza. Prestazione completa con alcune chiusure davvero importanti. Solido.

Curto 6
Qualche buon anticipo e tanta grinta nel forcing finale dell’Arezzo.

Vinetot 6.5
Torna titolare e lo fa giganteggiando in difesa. Interventi sempre precisi e puliti, non sbaglia nulla e dalle sue parti i pericoli vengono spenti sul nascere.

Fabbri 6
Pochi rischi dietro, ne approfitta per fare la fascia su e giùfino all’ingresso in campo di Cutolo. Da quel momento resta in pianta stabile addosso al numero 10 dell’Arezzo.

Tait 5.5
Meno pimpante del solito, pare affaticato e sulle gambe. Non fa comunque mancare il suo solito contributo.

Greco 6.5
Detta i tempi di gioco con ordine e precisione come ormai da diverse giornate, è bravo poi a servire per vie centrali il numero 17 che trova il palo più lontano e porta avanti i suoi.

Gatto 6
Nonostante sia meno in palla del solito lotta con grinta e l’impegno va sempre premiato. Probabilmente non ha ancora i 90 minuti nelle gambe ma le molte defezioni lo costringono agli straordinari (70’ Morelli 6: entra in un ruolo non propriamente suo ma lo fa bene, aiutando Elka a gestire l’assalto dei toscani).

Casiraghi 7
Dopo mezz’ora di gioco solo sugli esterni, alla prima pallacentrale trova la via del gol. Poi si carica e scende anche ad aiutare i compagni. Nel secondo tempo cerca più volte la conclusione dalla lunga distanza ma con scarsi risultati, infine conquista con furbizia qualche fallo importante (84’ Davi sv).

Voltan 6
Intelligenza, dinamicità, conclusioni in porta. Poi si fa male ed è costretto ad abbandonare il campo, non una buona notizia per mister Vecchi (42’ Rover 6: qualche discesa e un’ottima palla per Fischnaller).

Fischnaller 6
Tanto gioco di sponda, aperture per le incursioni dei compagni e rincorsa agli avversari per non farli impostare serenamente. Vero anche che spreca due buone occasioni da gol con il sinistro (85’ Marchi sv).

Mister Vecchi 6
Le scelte di formazione quasi obbligate, la panchina corta e l’infortunio di Voltan a partita in corso rendono tutto più difficile. Nel secondo tempo capisce che il centrocampo è in difficoltà e corre ai ripari inserendo Morelli per aiutare la squadra.

AREZZO (3-5-2)

Sala 6
Non ha colpe sul gol, per il resto è attento.

Sbraga 6
Fa capire fin dai primi minuti che non ha intenzione di far passare nessuno dalle sue parti e se necessario è pronto a usare le maniere dure.

Cherubin 5
Dopo una buona partita si fa espellere per una gomitata a Marchi, entrato da appena 5 minuti. Non una bella mossa.

Pinna 6
Aiuta i compagni in tutti i reparti e si fa spesso vedere anche fuori ruolo.  

Luciani 6
Davanti non è precisissimo ma dietro diventa un fattore nel raddoppio su Voltan nel primo tempo. Nei secondi 45 minuti continua ad arare la fascia (76’ Carletti sv).

Benucci 5.5
Non riesce mai a spingere e lo si vede solamente in veste di difensore più che di esterno (57’ Cutolo 6.5: il suo ingresso cambia volto all’Arezzo. Offre dinamicità, crea azioni e ogni volta che prende il pallone il pericolo è nell’aria. Fa più lui in mezz’ora che tutto l’Arezzo nel primo tempo. Pericolo pubblico).

Arini 6
Ottimo lavoro di interdizione e diversi palloni recuperati.

Di Paolantonio 6
In cabina di regia gestisce il gioco aretino smistando palloni con continuità. Non fa mancare il suo contributo nemmeno dove c’è da lottare.

Sussi 5
Viene sovrastato dai centrocampisti di mister Vecchi, è davvero poco presente nel gioco dei toscani. Assente (57’ Ventola 6: tutta un’altra storia rispetto a Sussi. Dinamico, pimpante, volenteroso di trovare il pari).

Iacoponi 5
Perde il pallone che diventa poi decisivo per il gol del vantaggio biancorosso, non si fa poi mai vedere dalle parti di Poluzzi (82’ Stampete sv).

Perez 6
Lotta tra le maglie altoatesine e in ben due occasioni riesce a rendersi pericoloso. (76’ Di Grazia 6: entra subito bene in campo, portando scompiglio nella difesa bolzanina).

Mister Stellone 6
Nulla da criticargli. La sua squadra comincia con il pullman davanti alla porta, dopo il gol di Casiraghi sono costretti a cambiare strategia e trovano coraggio. Nel secondo tempo è consapevole che può strappare punti al Druso e ci prova con Cutolo e Ventola che cambiano ritmo alla squadra. Tenta il tutto per tutto con un modulo più offensivo, il pari poteva essere anche giusto e probabilmente torna a casa con un po’ di rammarico. I suoi ragazzi non sembrano certo una squadra che rischia la retrocessione.

Stefano Rossi

Foto Fc Südtirol Facebook

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 6053 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?