Stanze e abiti inadeguati per i braccianti, denunciata un’azienda agricola di Laives

BOLZANO. I controlli a tappeto messi in atto dai carabinieri della compagnia di Bolzano tra i lavoratori agricoli altoatesini da luglio hanno fatto emergere alcune irregolarità presso un’azienda di Laives. Lo scorso 2 settembre, infatti, gli uomini dell’Arma hanno controllato un meleto tra Bolzano e Terlano verificando l’insufficiente abbigliamento dei braccianti. I dipendenti, nel dettaglio non indossavano le scarpe antiscivolo impermeabili e non avevano guanti antitaglio obbligatori per le operazioni di potatura dei meli. Non solo, i lavoratori erano in servizio dalle 8 fino alle 16 (con pausa pranzo) senza avere accesso a servizi igienici. Il 29 settembre l’indagine è continuata con i militi che si sono recati nelle camere destinate a questi braccianti, tutti di cittadinanza bulgara, scoprendo anche qui delle irregolarità. Le stanze, infatti, si trovavano in un seminterrato con i muri anneriti dall’umidità e numerose tubature a vista. Il lavabo a disposizione, inoltre, era unico sia per gli uomini sia per le donne.

I titolari dell’azienda, quindi, sono stati denunciati alla procura di Bolzano per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro oltre alla contestazione delle violazioni del decreto sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Alan Conti

Foto Carabinieri

 

 

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5581 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?