Siusi, furioso incendio distrugge una villetta

SIUSI. Un incendio di dimensioni rilevanti è scoppiato questa notte a Siusi poco prima dell’una con un allarme di grado 2. Ad andare in fiamme è stata la copertura e i piani superiori di una villetta in via Henrik Ibsen. Data l’ampiezza del rogo il corpo permanente dei vigili del fuoco di Bolzano si è mosso dal capoluogo per intervenire in supporto alle squadre di volontari di Siusi e Castelrotto già attive.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’incendio si è sviluppato dal tetto per poi colpire anche altri piani della struttura di legno. Naturalmente quelli più alti sono risultati i più danneggiati anche se una stima potrà essere effettuata con maggiore precisione solo ad intervento concluso. In mattinata i pompieri sono ancora impegnati a spegnere anche i più piccoli focolai. Dalla sopraelevata, inoltre, le fiamme hanno lambito il tetto senza, tuttavia, carbonizzarlo totalmente. L’intervento sulla copertura è stato reso ancora più difficoltoso dallo spesso strato di neve che ha reso il tetto non calpestabile per i vigili del fuoco. Necessario l’uso delle pale da parte dei pompieri, illuminati dai fari, per rimuovere i cumuli di neve prima di spegnere i focolai con le pompe ad acqua. In appoggio sono state azionate due autoscale per arrivare con i getti idrici sull’incendio anche dall’esterno o dall’alto. Densa la nube di fumo che ha invaso gli spazi interni della villetta. Totalmente carbonizzata, per esempio, una cucina di un’unità abitativa.  



Fortunatamente non ci sono stati feriti o intossicati con un’evacuazione immediata dei residenti. I danni, ad una prima analisi, paiono invece piuttosto ingenti ma l’azione massiccia dei pompieri ha impedito che le fiamme si propagassero verso altri edifici limitrofi. Oltre al corpo permanente sono entrati in azione anche i volontari delle sezioni di Siusi, Castelrotto, Fiè allo Sciliar e Sant’Osvaldo per un totale di 90 uomini. In appoggio presenti anche i sanitari della croce bianca e le forze dell’ordine.

Ancora ignota la causa dell’innesco con gli ufficiali specializzati del corpo permanente di Bolzano che effettueranno oggi tutte le indagini per cercare di individuare l’origine dell’incendio.

Alan Conti

Foto Vdf Volontari e Corpo Permanente Bolzano