Sì al referendum: ora serve una nuova legge elettorale

BOLZANO. L’Italia ha voluto un Parlamento più snello votando a favore della sforbiciata da 945 a 600 parlamentari che andranno, però, votati con una legge elettorale. Questa è la nuova sfida davanti ai partiti che dovranno completare il disegno già avviato.



Il Movimento Cinque Stelle punta deciso su una legge proporzionale mentre il Pd ha già annunciato di puntare forte su principi di rappresentazione territoriale e di genere. La Lega, dal canto suo, respinge il proporzionale secco cercando soluzioni di immediata governabilità.
Il primo lavoro da fare, tuttavia, sarà ridefinire i collegi elettorali: un lavoro che richiederà almeno un paio di mesi.(a.c.)

 


Il video del giorno