Roma, mamma cinghiale con i sei cuccioli in un parco giochi: uccisi dal Comune

ROMA. Non sono bastate 24 ore per trovare una soluzione migliore dell’abbattimento per sette cinghiali che hanno occupato il parco giochi nel giardino Mario Moderni di via Gregorio VII a Roma. Gli agenti della polizia municipale, infatti, hanno deciso di uccidere la mamma e i sette cuccioli che erano stati attirati dall’immondizia contenuta nei bidoni dell’area verde del quartiere Aurelio. Gli animali sono stati prima narcotizzati e poi ammazzati con una dose letale. Mentre dormivano ormai innocui. Ad eseguire le punture mortali i veterinari dell’Asl intorno alle 21 di ieri sera. Una scelta che ha scatenato anche le violenti proteste dei cittadini che chiedevano una soluzione più degna.



Una esecuzione che ha scatenato le critiche delle associazioni ambientaliste che hanno parlato di “omicidio gratuito ed ingiustificato”. A nulla è valsa la telefonata dell’onorevole Michela Vittoria Brambilla al governatore del Lazio Nicola Zingaretti che aveva messo a disposizione i mezzi della sua associazione (Leidaa) per il recupero degli animali.


I cinghiali erano comparsi nella mattinata di giovedì (forse in cerca di un rifugio) ed erano stati intrappolati facendo scattare i cancelli del giardino contenendoli.

Alan Conti

Foto Video Twitter

SAPONE LIQUIDO IN PACCO DA 4 CONFEZIONI A 8,49 EURO OGGI SU AMAZON