Report mortalità: a novembre decessi raddoppiati a Bolzano

BOLZANO. La seconda ondata di Covid 19 ha portato a Bolzano un raddoppio dei decessi rispetto alla media. A rivelarlo è il rapporto sull’andamento della mortalità giornaliera nelle principali città italiane. Se a livello nazionale l’incremento dei decessi è stato pari al 75% al Nord e al 46% al Sud, a Bolzano si va oltre il raddoppio (+112%) nel periodo di riferimento delle prime due settimane di novembre. In tutto il Paese è andata peggio solo ad Aosta che ha registrato un +120%). Solo tre città italiane registrano un decremento rispetto alla media e sono Latina (-2%), Civitavecchia (-6%) e Messina (-12%).



Per quanto riguarda le grandi città incrementi a Torino (+111%), Milano (+83%), Genova (+96%), Roma (+58%), Bari (+58%) e Palermo (+67%). La statistica, ovviamente, non fa alcun riferimento ai soli decessi con Covid 19 ma calcola ogni tipo di decesso.

Entrando nel dettaglio dei dati di Bolzano si nota che ad ottobre ci si sarebbe attesi 80 decessi per stare in media e ne sono avvenuti, purtroppo, 105 con una variazione di +25 pari al 30%. A novembre (dall’1 al 15) l’attesa era di 42 deceduti e se sono osservati 89 con uno sbalzo di 47 e un incremento, appunto, del +112%. Per quanto concerne la suddivisione per classi d’età, dal 30 settembre al 17 novembre, si registrano 19 decessi tra 0-64 anni, 19 decessi tra 65-74 anni, 69 decessi tra 75-84 anni e 105 tra gli over 85. Un totale di 212 lutti. La “baseline” (la linea tracciata dalla media) si attesta a 130 decessi con uno sbalzo, nei due mesi, di 82 morti.

Alan Conti

Foto Pixabay

 

WEBCAM HD A 19 EURO OGGI SU AMAZON