Renon, il trenino sequestrato per continuare a viaggiare

BOLZANO. Il Tribunale di Bolzano ha concesso alla Provincia il sequestro preventivo dei mezzi del trenino del Renon bloccandone la possibile vendita (annunciata) da parte di Sad. Palazzo Widmann ha deciso di passare la gestione dell’infrastruttura a Sta (controllata provinciale) subentrante a Sad (che potrebbe rientrare con un subappalto). Quest’ultima ha annunciato l’intenzione di vendere i vagoni del trenino all’estero considerandoli di sua proprietà. La Provincia, al contrario, li ritiene acquisiti con fondi pubblici. Il giudice Werner Mussner, al momento, ha voluto bloccare qualsiasi movimento attorno al trenino sequestrandolo ed affidandolo a Sta per continuare ad essere operativo. I quattro convogli continueranno il loro servizio e dal 19 maggio se ne occuperà (assieme alla funivia) proprio Sta. Resta aperta, comunque, la causa sulla titolarità dei mezzi con udienza aggiornata al 29 aprile per capire se il passaggio di concessione dovrà essere accompagnato pure da un indennizzo per i mezzi stessi.

Alan Conti


Il video del giorno