Quando i ladri rubano dalle tombe dei bimbi

Rubare fiori o oggetti dalle tombe nei cimiteri è un reato odioso ma diventa intollerabile se il furto viene perpetrato dove si ricordano due bambini nati morti prematuri. E’ accaduto ad Ora dove una mamma ha denunciato su Facebook la sparizione di un piccolo angioletto che aveva appoggiato sulla lapide dei due bimbi. “Possibile che qualcuno possa rubare su una tomba dei bambini? – chiede la signora – sono senza parole. Se avete un briciolo di coscienza vi chiedo di riportare al suo posto questa statuetta”. Immediatamente sotto il post si sono moltiplicate le segnalazioni di furti: chi vede regolarmente sparire i fiori, chi le statuette del presepe, chi i sassi e chi i lumini.

La vista esterna del cimitero di Ora nella foto di Mirko Caputo

Anche ad Ora, insomma, i furti al camposanto stanno diventando un problema. A sottolinearlo è pure Mirko Caputo, membro della commissione cimiteriale che ha acquistato un angioletto da regalare alla mamma dei bimbi scomparsi in sostituzione del precedente. “Sono tornato a chiedere l’installazione di alcune telecamere di videosorveglianza per evitare che possano ripetersi situazioni simili. Servirebbero sia esterne sia interne perché alcune tombe sono vicine alle uscite o ai cestini. Certo, tutto questo va coniugato con il necessario rispetto della privacy che si deve ad un luogo di raccoglimento simile. E’ chiaro, tuttavia, che qualcosa per frenare questo odioso fenomeno va progettato velocemente”.

Alan Conti

Foto Mirko Caputo

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5827 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?