Protezione Civile altoatesina: “Sisma monitorato costantemente, nessun allarme”

BOLZANO. In Alto Adige la situazione delle scosse di terremoto viene monitorata con grande attenzione dall’Agenzia della Protezione Civile. “Non è preoccupante – conferma l’assessore provinciale competente Arnold Schuler – nonostante le scosse ravvicinate. Sul territorio non abbiamo registrato, fortunatamente, danni a cose o persone”.



Il direttore della Protezione Civile Rudolf Pollinger, comunque, nel primo pomeriggio di ieri ha avuto un colloquio con i colleghi del FriuliVenezia Giulia (più vicini all’epicentro croato) per avere un quadro preciso. “Lavoriamo su molteplici piani. Il primo è quello del monitoraggio degli effetti sull’Alto Adige tramite le chiamate ai vigili del fuoco che sono state nulle. Il secondo piano è quello di coordinamento nazionale. I nostri sensori, infatti, restituiscono dati completi solo a livello nazionale: il resto lo ricostruiamo confrontandoci con i colleghi. Lo sciame, al momento, non desta preoccupazione. Le evoluzioni dei terremoti non sono prevedibili ma non abbiamo alcun segnale allarmante. Le onde oscillatorie che sono arrivate in Alto Adige, in entrambe le scosse, sono state piuttosto lunghe attenuando fortunatamente l’effetto sussultorio”.

Alan Conti

Foto Provincia di Bolzano