Pineta di Laives, il Pd sull’ex Schulze-Pollmann: “No ad un condominio, diventi una Casa della Cultura”

LAIVES. L’attenzione del Pd di Laives torna a rivolgersi, al tramonto della campagna elettorale, sulla frazione di Pineta. “Negli ultimi anni parliamo di una zona della città che è cresciuta molto con la piazza e lo spostamento della Strada Statale 12” premettono Andrea Spinelli, Sara Endrizzi e Dino Gagliardini capilista del partito alle prossime elezioni amministrative. “Ora, però, lo sviluppo urbanistico deve portare con sé anche una crescita parallela della socialità”.



Un’occasione sembra già proporsi in automatico guardando ad un simbolo storico della frazione. “Sarebbe da recuperare il caseggiato con il camino della ex Schulze Pollmann (che originariamente era un oleificio) per trasformarlo in un centro di aggregazione socio culturale con, all’interno, un piccolo museo che raccolga la storia di questa realtà industriale. Una sorta di Casa della Cultura. D’altronde questo camino ha un valore iconico, identitario e storico per la stessa Pineta”. L’obiettivo, infine, sarebbe anche di salvare l’architettura dell’edificio. “E’ una struttura di valore, anche emotivo. Non possiamo accettare l’idea che si rada al suolo a cuor leggero per costruirci un condominio”.

Foto Pd Laives