Oltradige, ritrovato e sequestrato un teschio d’orso

BOLZANO. Un teschio d’orso conservato in casa. Questo il quadro che si sono trovate di fronte le guardie forestali della stazione di Caldaro impegnati, assieme ai funzionari dell’Ufficio Caccia e Pesca della Provincia, in un perquisizione di un edificio privato dell’Oltradige legato ad altri motivi. Si sono imbattuti nel macabro cimelio e, come da normativa sulla detenzione di animali o parti di animali protetti, lo hanno confiscato. Sono ora in corso indagini per comprendere l’origine del plantigrado tutelato dalla legge nazionale ed internazionale. E’ vietato, quindi, sia ucciderlo sia conservarne delle parti senza la necessaria autorizzazione. Ora il teschio potrebbe essere utilizzato per fini didattici oppure distrutto.

Alan Conti