Merano, ristoratore guadagna e prende il reddito di cittadinanza: denunciato

MERANO. Percepiva il reddito di cittadinanza pur portando avanti con discreto successo l’attività di ristoratore a Merano. Per questo è stato denunciato un imprenditore dalla guardia di finanza. In tutto aveva incamerato in un anno (da gennaio 2019 a gennaio 2020) oltre 5.400 euro dall’Inps pur non avendo, in realtà, i requisiti assistenziali per riceverli. A scoprirlo sono stati i finanzieri della compagnia di Merano che hanno denunciato l’imprenditore per violazione della normativa sul reddito di cittadinanza perché aveva omesso di indicare della Dichiarazione Sostitutiva Unica il reddito realmente realizzato. Di fatto, per Isee ed indicatori burocratici, risultava rientrare nella categoria dei bisognosi cui lo Stato riserva 700 euro al mese. Oltre alla segnalazione di reato alla Procura di Bolzano la guardia di finanza ha anche inviato una nota all’Inps per sospendere immediatamente l’erogazione del reddito.



Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno anche individuato un’altra irregolarità in un cittadino che, sempre a Merano, aveva percepito 9.000 euro di reddito di cittadinanza nel periodo da settembre 2019 fino ad agosto 2020. L’uomo era stato poi arrestato per furto in abitazione e non aveva comunicato il suo stato detentivo continuando a percepire 600 euro indebitamente durante la carcerazione.

Le omissioni o le falsità dichiarate al fine di percepire il reddito di cittadinanza sono state specificatamente normate dallo Stato proprio con l’introduzione della misura di sostegno reddituale. Chi le viola rischia la reclusione da due a sei anni.

Alan Conti