Merano, la guardia di finanza sequestra un’officina abusiva

MERANO. La guardia di finanza ha scoperto e fermato un’officina meccanica abusiva nella periferia di Merano. Grazie all’attività di indagine le Fiamme Gialle sono riuscite a ricostruire l’attività di un cittadino italiano totalmente sconosciuto al Fisco e non iscritto al Registro delle Imprese. Durante l’indagine, infatti, sono stati rinvenuti macchinari specifici per l’attività di meccanico, auto in riparazione e, addirittura, un cliente in attesa di riprendere il proprio mezzo. Secondo quanto ricostruito dai finanzieri, dunque, l’officina prestava servizi di motocicli e ciclomotori senza requisiti in un’immobile commerciale. Al responsabile, cittadino italiano, è stata contestata la violazione amministrativa che prevede una multa da 2.500 fino a 15.000 euro. Oltre alla ricostruzione del giro d’affari senza tassazione sono in corso ulteriori verifiche per valutare l’impatto ambientale dell’attività illecita e dell’eventuale stoccaggio di residui di lavorazione. (a.c.)


Condividi