Medical Center. L’ozonoterapia medicale, un’alternativa efficace alla chirurgia

Con sempre maggiore frequenza i pazienti in attesa di risolvere un problema, fisico o psicologico, lamentano disagi dovuti al protrarsi dei tempi di intervento della sanità. Quindi, per necessità, inizia una ricerca alternativa che possa rispondere adeguatamente alle loro esigenze. Ma ecco che, nonostante le migliori intenzioni, il rischio è di trovarsi a fare i conti con un sistema difficile da comprendere per i non addetti ai lavori. Centri convenzionati / autorizzati / privati; prestazioni rimborsabili (parzialmente) attraverso il SSN, l’assicurazione, il datore di lavoro; approcci e tecniche che vanno dalla più conservativa alla più invasiva passando attraverso un vocabolario infinito di termini e percentuali che spingono in direzioni diametralmente opposte. Ecco perché sarebbe importante, sempre, avere prima di tutto le idee chiare sulla patologia e le alternative terapeutiche. Questo è il motivo per il quale io, personalmente, offro sempre una prima valutazione gratuita: perché ritengo sia giusto che la persona abbia una panoramica prima di investire ed intraprendere un percorso.

Tra le tante possibilità che oggi si possono prendere in considerazione, grazie alla sua efficacia, al suo costo contenuto ed alla sicurezza che garantisce, c’è l’Ozonoterapia. Una metodica in grado di lavorare su molteplici problemi con una garanzia di successo molto elevata. Facciamo un esempio: ernie discali e protrusioni. In uno studio condotto dal Prof. Franzini, su 7.253 casi, si evidenziano “Guarigione clinica” all’88,4% , “Sostanziale miglioramento” al 9,4% mentre i casi in cui non si è riusciti ad avere miglioramenti sono appena il 2,2% .

Ma l’Ozonoterapia ha efficacia, tenendo conto delle sue potenzialità variabili, per il trattamento del dolore acuto e cronico, nelle patologie cerebrovascolari e neurodegenerative, arteriopatie, ulcere, insufficienze venose e piaghe da decubito, Sindrome da fatica cronica, disbiosi intestinale e nelle patologie uroginecologiche. Ovviamente, molto del suo potenziale viene sfruttato in ambito medico estetico e nella prevenzione all’invecchiamento.

Ma come funziona? Difficile riassumere in poche e semplici parole un approccio clinico così ampio. Possiamo dire che l’Ozono è un gas che, attentamente dosato, è un medicamento naturale privo di controindicazioni. E’ una fra le molecole più studiate in campo medico e questo ne determina la sicurezza. Inoltre, è stato riconosciuto dalla FDA americana che ne convalida e ne attesta l’alta efficacia. L’Ozono è una molecola triatomica dell’Ossigeno (O3) ed è generato da una silenziosa scarica elettrica in un campo alternato di alta tensione (Effetto corona). La scarica scinde una parte della molecola di ossigeno che elettrizzano la zona di scarica. Gli atomi di ossigeno, resi così disponibili, si uniscono con altre molecole di ossigeno a formare ossigeno triatomico, l’ozono. Questo permette varie modifiche al sistema fisiologico andando ad agire direttamente sull’acido arachidonico con conseguente riduzione della produzione di prostaglandine e l’aumento del sistema di ossidazione del doppio legame carbonioso, la riattivazione del microcircolo a discapito dei mediatori proflogogeni (Effetto “WASH OUT”).

L’Ozono ha un’emivita di pochi minuti prima di ritrasformarsi in ossigeno: per questo deve essere prodotto, con una apparecchiatura idonea, nel momento stesso in cui viene utilizzato. E’ il più potente battericida e virucida esistente al mondo.

Per chi volesse approfondire, rimando al sito: www.multiossigen.com oppure, potete parlarne direttamente con un esperto che saprà fare luce sull’uso e le potenzialità offerte da questa metodica terapeutica.

Ivan Pierotti

Presidente Medical Center Merano