Manifesto per le elezioni, rispunta il vocale di Masocco

BOLOGNA. Le elezioni di Emilia Romagna e Calabria tengono il mondo politico in tensione durante questo weekend e, nel rincorrersi delle ultime mosse elettorali, torna a far capolino la vicenda del consigliere comunale di Bolzano leghista Kevin Masocco che invitava, in un messaggio vocale, alcuni amici a raggiungerlo in discoteca dove suonava “una deejay da stuprare”.



 

L’occasione è la pubblicazione da parte di Ilaria Di Bella di un manifesto che invita le donne a non votare chi non garantisce pienamente i diritti e le libertà delle donne. Un appello che si può sottoscrivere sul noto portale Change.Org e che è stato fatto proprio da alcune star di cinema, musica e televisione. Nel lungo testo a corollario del manifesto, dunque, si legge “non possiamo dimenticare il sindaco leghista Matteo Camiciottoli che augurava lo stupro di Laura Boldrini o il consigliere comunale di Bolzano che faceva la stessa cosa con una deejay.”. (a.c.)




Notice: Undefined index: img in /home/vvjzvqfc/public_html/wp-content/plugins/ct-ultimate-gdpr/includes/views/cookie-popup.php on line 116