Locatelli-Juve, in settimana il primo incontro: Dragusin una possibile chiave

TORINO. La trattativa per portare Manuel Locatelli alla Juventus continua in questi giorni di sovraesposizione dell’Azzurro. La prima considerazione da fare è che nulla di ufficiale sarà definito prima della fine degli Europei dell’Italia (sperando sia il più tardi possibile). Questo non significa che Juventus e Sassuolo non stiano trattando, anzi. Questa settimana ci potrebbero essere dei passi avanti con i ds Cherubini e Carnevale che avranno un nuovo colloquio (forse domani o giovedì).



Una delle chiavi della trattativa potrebbe essere l’inserimento di Dragusin (un gigante di 191 centimetri e 91 chili) tra le contropartite per i neroverdi. Su Dragusin, però, i bianconeri vorrebbero mantenere il diritto di pareggiare qualsiasi offerta in caso di rivendita. A lui la Vecchia Signora potrebbe aggiungere 30 milioni di euro con la possibilità di inserimento di un altro under 23 come Da Graca, Felix Correia o Rafia. Il Sassuolo, dal canto suo, valuta Locatelli 40 milioni (attendendo come proseguirà l’avventura europea). La seconda strada percorribile è quella di un prestito biennale con successivo riscatto a titolo definitivo di 40 milioni (formula Chiesa).

Alan Conti