BZ News 24
AnimaliBolzanohome

LAV contro i cacciatori: “Vogliono uccidere il lupo perchè ruba i loro trofei”

In una recente intervista rilasciata al giornale Tageszeitung il presidente dell’Associazione Cacciatori Benedikt Tezrer ha chiesto l’esplicito abbattimento dei lupi facendo riferimento ad avvelenamenti, trappole, esche avvelenate e uccsioni. “Tutte pratiche illegali e in violazione della vigente normativa – attacca la LAV in un comunicato – che rasentano l’istigazione. Il clima instaurato nella nostra Provincia nei confronti dei grandi carnivori è intollerabile”. L’emergenza, però, in alcune zone è reale. “Questo avviene perché non si potenziano mai adeguate protezioni delle prede. Il lupo è opportunista e se aumenta lo fa perché trova cibo in facilità. Pochissimi allevatori fanno richiesta di contributi per acquistare e installare le recinzioni antipredazione. Per un lupo una pecora o un vitello indifesi sono prede molto più facili di un cervo o un capriolo”.

Tra tutte le “soluzioni” proposte da Terzer assieme all’abbattimento ce n’è una particolarmente pericolosa. “Le esche avvelenate rappresentano un rischio per moltissimi altri animali che si nutrono di carne. Tralasciamo, invece, la sciocchezza delle trappole per i lupi che potrebbero chiudersi anche sulle gambe di escursionisti nel bosco o cercatori di funghi. La verità è che per i cacciatori il lupo è un concorrente: sottrae trofei da appendere al muro”. Chiara, infine, la ricetta LAV per affrontare il tema del lupo. “Sarebbe bello la nostra Provincia aprisse finalmente un dibattito serio che coinvolta tutti gli stakeholder includendo anche gli esperti. Si potrebbe fare sfruttando, per esempio, l’EURAC”.

Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?