L’appello di Confesercenti: “Attivare subito in Alto Adige i test nelle farmacie”

BOLZANO. “Attivare subito la possibilità di effettuare i tamponi nelle farmacie”. Confesercenti Alto Adige chiede all’amministrazione provinciale altoatesina uno scatto in avanti veloce garantendo ad aziende e cittadini un più facile accesso ai test validi per il Corona Pass. La situazione, infatti, si è ingarbugliata con un forte aumento delle richieste di prenotazione che, almeno a Bolzano, hanno portato al blocco delle disponibilità nelle stazioni.



“Fare un tampone gratuito oggi è quasi impossibile” sottolinea il direttore Mirco Benetello. “Da una parte abbiamo assistito ad una reazione incoraggiante da parte della popolazione che ha accettato di testarsi per accedere ad alcuni servizi ma, dall’altra parte, non si può rendere così complicato l’accesso al tampone”. La soluzione sarebbe stata individuata distribuendo i test nelle farmacie. “Sì ma è necessario che l’attivazione di questo servizio sia veloce. Già per la prossima settimana, per esempio, è tutto bloccato. Così si rischia l’immobilismo che va evitato da subito. Una necessità sia per la gestione delle aziende e degli esercenti sia per i cittadini che vogliono accedere ai servizi. Non possiamo perdere tempo ed incoraggiamo l’attivazione veloce di un servizio che sarebbe anche più capillare sul territorio”.