Kompatscher: “Obbligo di bilinguismo per i casellanti A22”

BOLZANO. I dipendenti dei caselli autostradali dell’A22 dovranno essere bilingui. Questo il proponimento del presidente Arno Kompatscher che, oggi, rispondendo ad una interrogazione del consigliere provinciale di Südtiroler Freiheit ha annunciato di condividere l’obiettivo di pretendere dalla partecipata l’assunzione di di personale bilingue. “Chiederemo l’inserimento graduale dell’obbligo” le parole del governatore. L’interrogazione di Knoll, per la verità, è stata smentita in consiglio dai dati riportati dallo stesso presidente. “I collaboratori a tempo pieno di A22 sono 89 senza obbligo di bilinguismo e in maggioranza tedeschi”. Dato che confuta la testi di Knoll che aveva riferito come “ai caselli lavorano dipendenti che non sanno il tedesco”. (a.c.)


Condividi