Incontro Bertolini-Caramaschi: “Recuperare la collaborazione continua tra Bolzano e Laives”

BOLZANO. Un tavolo tecnico per Bolzano e Laives. Il sindaco del capoluogo Renzo Caramaschi e il candidato a Laives Luca Bertolini si sono incontrati nell’ufficio del primo cittadino del capoluogo per tratteggiare un futuro di collaborazione. “Si può dire tutto di Caramaschi – spiega Bertolini – ma non che sia stato un sindaco fermo oppure incapace di rilanciare la città. La sua progettazione con la Provincia in Zona Industriale lungo l’asse di via Einstein (dove si concentra poi la maggior parte del traffico di Laives) è stata molto importante. Porterà ad un decongestionamento del traffico generale abbinata alla nuova bretella di via Grandi e alla stazione del metrobus fino a San Giacomo”.

VARIANTE SS12. Sul tavolo, ovviamente, anche la variante alla Strada Statale 12: “Noi non siamo della scuola di chi progetta soluzioni che forse si vedranno tra quindici anni escludendo tutte le altre. Oggi c’è una soluzione di snellimento progettata da Bolzano e la Provincia che si sta mettendo in atto, poi si potrà ragionare anche del terzo lotto. Nessuno ha inventato nulla: è una proposta che è sul tavolo da anni. Dovrebbe anche essere il vicepresidente della Provincia a dire a noi e a Caramaschi se Palazzo Widmann ha una disponibilità di 330 milioni di euro da investire subito in questa variante. Magari spiegando anche quando inizieranno i lavori e quanto tempo ci metteranno”.



SCUOLA DI SAN GIACOMO. Tra le collaborazioni delle due amministrazioni andate in porto c’è la scuola di San Giacomo. “Ci sono dei tempi tecnici da aspettare e Bolzano sta aspettando alcune risposte da Laives per partire. E’ questo il sistema collaborativo tra le due amministrazioni che funziona. Sono molto colpito dal pragmatismo e dalle capacità amministrative di Caramaschi. E’ un vero politico perché ha una visione della città e cerca di dargli forma attraverso la progettazione. Ragiona in termini triennali, e a lungo termine, non proponendo cose funzionali solo al voto. E’ la politica in cui credo: quella delle soluzioni e dei progetti che seguano una visione”.