Impianti da sci, nessuna riapertura prima del 18 gennaio

ROMA. La riapertura degli impianti sciistici è stata differita oggi dal ministro alla Salute Roberto Speranza al 18 gennaio. A stabilirlo è l’ordinanza ministeriale che subordina il ritorno all’attività all’adozione di apposite linee guida validate dal Comitato Tecnico Scientifico nazionale. Nei giorni scorsi erano state proprio le Regioni, con una lettera del presidente della conferenza Stefano Bonaccini, a chiedere uno slittamento per adeguarsi alle nuove disposizioni emerse dal Cts nella redazione delle linee guida. “Al momento – recita l’ordinanza- si ritiene non ci siano le condizioni tali da consentire azioni programmabili per permettere l’apertura degli impianti il giorno 7 gennaio”.



Per il Cts, quindi, cabinovie e funivie hanno strutture tali da essere comparate ai mezzi pubblici di trasporto locale. Lo stesso presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher stamattina si era detto cauto: “Lavoriamo per la ripresa dopo le festività ma non riusciamo a dare una data certa”. Il lato positivo della medaglia è che, finalmente, è arrivata una data certa per la ripartenza come richiesto da Trentino e Valle d’Aosta.

Alan Conti

Foto Dolomiti Superski

SILK EPIL A 69 EURO IN MENO OGGI SU AMAZON

Il video del giorno