Il Südtirol ribalta Legnago: le pagelle del match

BOLZANO. La squadra di mister Vecchi passa in vantaggio con Malomo poi subisce il ritorno dei veronesi, infine raddrizza la sfida con le reti di Casiraghi e Vinetot. Fondamentali le palle inattive, decisive nei tre gol altoatesini. Con il Legnago finisce 3-2 e ora i biancorossi sperano nella Triestina per restare a -2 dal Padova.



 

LEGNAGO (4-3-1-2)

Pizzignacco 6
Ha poche responsabilità sui gol, il suo lo fa bene.

Girgi 6
Non in condizioni perfette comincia a soffrire le incursioni avversarie e con qualche dolorino lascia il campo (33’ Zanoli 5: da quando entra fa gran poco, nella confusione del corner è tra i responsabili nella marcatura di Vinetot).

Perna 6
Attento dietro e bravo in impostazione.

Stefanelli 5.5
Poco lucido in diverse occasioni, macchia la prestazione con diversi errori in uscita.

Ricciardi 5
Ad eccezione di una conclusione da fuori lo si vede davvero raramente.

Laurenti 5
Il centrocampo biancorosso lo surclassa (77’ Bulevardi sv)

Yabre 6
Lotta, corre, recupera palloni. Partita di sostanza del ragazzo ivoriano.

Antonelli 7
Bravissimo a prendere il tempo a Malomo e a insaccare di testa da posizione defilata il gol del pari (77’ Chakir sv)

Lazarevic 6
Ci mette tanto sacrificio e abbina la qualità (64’ Giacobbe 5.5: non riesce ad entrare mai realmente in partita).

Rolfini 6
Un furetto che si infila tra le maglie avversarie e sgusciando sull’out di sinistra offre l’assist per il compagno di reparto. Poco dopo salva un gol sulla linea e successivamente si sostituisce a Pizzignacco per salvare il gol di Curto. Il suo sacrificio d’istinto (e di mano) non serve perché Casiraghi non sbaglia dal dischetto.

Buric 7
Dopo aver spaziato su tutto il fronte offensivo, trova la rete del momentaneo vantaggio (64’ Grandolfo 5.5: entra insieme a Giacobbe ma non trova mai l’occasione per rendersi pericoloso).

Mister Colella 6
Chiede subito intensità ai suoi e il ritmo forsennato mette in difficoltà la seconda della lista nei primi minuti di gioco. Dopo essere finiti sotto non mollano e ribaltano la sfida, non riescono però a reggere all’urto altoatesino ed escono sconfitti. Visto che tutti e tre i gol nascono da palla da ferma, probabilmente dovranno lavorare su questo fondamentale.

 

ALTO ADIGE (4-3-1-2)

Poluzzi 6
Non è perfetto in occasione del secondo gol, per il resto si fa sempre trovare pronto.

El Kaouakibi 6.5
Diverse discese importanti e di forza. È assoluto padrone della fascia destra dove sfonda con insistenza, gli avversari non lo tengono mai.

Curto 6.5
Tacco vincente per imbeccare Malomo all’interno dell’area. Poi offre la solita prestazione di sostanza al centro della difesa. Fondamentale anche nell’espulsione di Rolfini che gli nega con la mano il gol.

Malomo 6.5
Ingessato nei primi minuti di gioco, patisce l’inizio forsennato dei padroni. Poi è il più lesto di tutti sulla palla inattiva e porta avanti i suoi. Sbava la sua buona prestazione perdendo Antonelli in occasione dell’1-1 (65’ Vinetot 7: prende il posto di Malomo e decide la sfida insaccando di testa).

Fabbri 6.5
Non lo saltano mai, a sinistra poi offre le solite discese. Uno dei più attivi, anche nel momento più difficile.

Karic 6.5
Cresce col passare dei minuti e nel finale diventa un fattore dominando in mezzo al campo e aiutando quando c’è da soffrire.

Greco 6
Ogni volta che ha la palla la mette in cassaforte smistando palloni con precisione. Non è perfetto in occasione del momentaneo vantaggio veronese (80’ Gatto sv).

Tait 6.5
Macina chilometri sulla fascia destra e sforna una quantità invitante di cross. Prova di sostanza.

Casiraghi 7
Cerca sempre la giocata vincente poi si presenta sul dischetto e, nonostante la tensione e la lunga attesa, non si fa distrarre. Spiazza il portiere avversario e pareggia i conti (87’ Beccaro sv).

Fischnaller 5.5
Scende ad aiutare la squadra ma lo si vede davvero pochissimo davanti (87’ Magnaghi sv).

Rover 5
Sbaglia tutte le giocate in cui viene coinvolto. Definirlo impreciso è poco (65’ Marchi 6: offre mezz’ora di lotta nella metà campo avversaria).

Mister Vecchi 6.5
Per la seconda settimana consecutiva soffre insieme ai suoi ragazzi riuscendo a uscire comunque vittorioso dal campo. I cambi lo premiano nuovamente.

Stefano Rossi


Il video del giorno