Il Südtirol è scintillante con un tris al Fano: le pagelle dei biancorossi

BOLZANO. Nel turno infrasettimanale l’Fc Südtirol domina e stende il Fano per 3-0. Apre le marcature Fischnaller, in un periodo di grazia, raddoppia Casiraghi con un gran gol e mette la parola fine alla sfida Tait.

 

ALTO ADIGE (4-3-2-1)

Poluzzi 6
Gran parata su Heatley a inizio ripresa, intervento valido per non far riaprire la gara alla squadra ospite. Poi si fa trovare sempre pronto nelle poche occasioni in cui viene impegnato.

Fabbri 6
Bene in fase offensiva, dietro commette qualche piccola sbavatura ed è in leggero ritardo su qualche discesa ospite nel primo tempo. Nel secondo torna ad essere insuperabile, contributo sempre fondamentale (84’ Davi sv).

Curto 6
Non è certo la sua serata più difficile ma la affronta con grande attenzione. Ennesima prestazione di livello del giovane centrale biancorosso.

Malomo 6.5
Solita partita ruvida e di sostanza. L’azione del 2-0 nasce da un suo lancio lungo. Dopo aver rimesso minuti nelle gambe, Vecchi lo schiera nuovamente titolare. Risponde senza farsi mai superare dagli attaccanti avversari.

Morelli 6
Dietro non vive una serata particolarmente difficile, si concede allora la licenza di spingere.

Tait 7
Nel momento migliore del Fano è il più rapido ad avventarsi sul pallone in area di rigore e a chiudere la sfida. Al gol aggiunge corsa e lotta.

Fink 6.5
Tocco morbido per concretizzare uno schema perfetto sul gol dell’1-0. Arricchisce la prestazione con tanta grinta e qualche buona chiusura anche in fase difensiva (69’ Greco 6.5: entra con voglia e le geometrie giuste in tasca. Mostra anche qualche numero d’alta scuola, giocate che tutta la piazza bolzanina vorrebbe sempre vedere).

Karic 6.5
Alterna sostanza e qualità, decisamente buona la prestazione del numero 14. Poteva mettere la ciliegina sulla torta, senza sprecare la due palle gol arrivategli nel finale.

Casiraghi 7.5
Ma che gol ha fatto? Elude due avversari e segna con il piede debole. I pochi errori che commette sono figli della fretta, nel tentativo di velocizzare il gioco di prima. Nulla da rimproverare a uno dei migliori in campo (69’ El Kaouakibi 6: Vecchi lo butta nella mischia per rafforzare il reparto difensivo e fare tentativi di nuovi moduli, lui fa il suo).

Voltan 6
Meno brillante ed esplosivo rispetto ad altre uscite. Sbaglia e perde diversi palloni ma non fa mai mancare la sua voglia e il tentativo di trovare la giocata giusta (61’ Rover 6: subentra con il giusto spirito e il desiderio di segnare dopo un lungo periodo di digiuno).

Fischnaller 7.5
Arriva a quota sei gol, avendone segnati quattro nelle ultime due partite. Movimento perfetto in occasione dello schema del vantaggio, bravo a muoversi con i tempi giusti e a non finire in fuorigioco. Entra anche nell’azione del secondo gol, dove lotta sulla palla alta giocata da Malomo. E nel terzo? C’è anche nel tris, spizzata di testa vincente e insaccata di Tait. In più di un’occasione va vicinissimo alla doppietta, probabilmente è il suo miglior momento da quando è tornato a Bolzano (84’ Magnaghi sv).

Mister Vecchi 7
Quando si dice “schema provato e riprovato in allenamento”, direi che è proprio il caso del gol di Fischnaller. Per sbloccare le partite servono anche i dettagli. Dà fiducia al modulo che ha fatto fuoco e fiamme a San Benedetto e la mossa funziona anche col Fano. Se consideriamo poi i 7 gol segnati e i 0 subiti nelle ultime due, allora c’è poco da aggiungere.

 

FANO (3-5-2)

Viscovo 6
Bravo e attento in alcune occasioni, sui gol ha davvero poche colpe.

Cason 5
Qualche buon anticipo e discesa palla al piede, qualche errore in impostazione decisamente meno buono. Qualche errore di troppo macchia la sua prestazione.

Bruno 5
Qualche buon intervento efficace ma la squadra altoatesina gli rende la serata più difficile del previsto.

Cargnelutti 5.5
Si alza spesso ad aiutare i compagni, gioca quasi più in veste di terzino che di terzo centrale.

Ferrara 5.5
Buona la sua prestazione, peccato che concede ingenuamente l’angolo da cui nasce il 3-0 (57’ Rodio 6: entra con buona intraprendenza e voglia di riaprire il match).

Scimia 5
Qualche incursione e poco altro nel primo tempo, a inizio ripresa sbaglia la palla che poteva riaprire la sfida. Nel secondo tempo sparisce dal campo per ricomparire solamente al 90’ quando chiude su Tait prima che quest’ultimo possa battere a rete.

Amadio 5.5
Giocate semplici e banali in impostazione, non abbastanza per cambiare il corso della sfida (57’ Marino 5.5: entra cercando di dar maggior sostanza alla sua squadra ma l’obiettivo non gli riesce a pieno).

Gentile 6
Uno dei pochi a salvarsi. Si abbassa per impostare, si alza per cercare il gol. Tuttocampista.

Monti 5
Ad eccezione di uno schema da corner lo si vede davvero pochissimo (68’ Mainardi 5.5: braccato dalla difesa biancorossa non entra mai veramente nel gioco).

Nepi 5
Un’ombra sul campo del Druso, non lo si vede praticamente mai (57’ Montero 5: si fa notare solamente per qualche errore e la bisticciata con Poluzzi. Certo non il modo giusto per ribaltare il risultato).

Heatley 5.5
Lotta tanto e aiuta anche in mezzo al campo e dietro. Nel suo vecchio stadio, però, fa poco (79’ Sarli sv).

 

Mister Destro 5.5
La sua difesa fa acqua da tutte le parti. I suoi, però, hanno il merito di non mollare subito ma creano davvero poco, lui prova a mischiare le carte ma con risultati davvero scarsi.

Stefano Rossi

Foto Fcs Facebook


Il video del giorno