I giovani scrivono l’Europa: a Bolzano arriva il concorso

BOLZANO. L’altro ieri, martedì 9 febbraio, il consiglio della Provincia autonoma di Bolzano e l’associazione Südtiroler Künstlerbund hanno dato il via al concorso letterario “Europa” rivolto ai giovani autori della nostra Provincia. Il concorso ha preso vita in vista della Giornata dell’Europa che, ogni anno, si celebra il 9 maggio in ricordo della dichiarazione di Schuman. L’opportunità è riservata ai giovani fino ai 35 anni di età. Gli autori delle tre opere vincitrici saranno premiati con 2.000€ ciascuno. Il termine ultimo per l’invio delle opere è il 9 aprile 2021. Il concorso ammette testi inediti – la cui lettura o recitazione sia di una durata massima di 6 minuti – di tutti i generi letterari, le opere devono essere scritte in una lingua a scelta tra italiano, tedesco o ladino. Tra l’11 e il 13 maggio verranno lette pubblicamente le tre opere vincitrici durante l’apertura delle sedute del Parlamento provinciale.



Rendendo questo possibile, l’associazione Künstlerbund ha ripreso l’affermazione del poeta russo Joseph Brodsky secondo cui i Parlamenti funzionerebbero in tutt’altro modo se prima di ogni seduta venisse recitata una poesia. “Il progetto è nato dalla volontà di sostenere i giovani autori della nostra Provincia” ci spiega Katrin Klotz di Künstlerbund. “Come associazione collaboriamo, infatti, con diversi artisti locali, dagli scultori agli architetti, e siamo consapevoli del periodo difficile che l’arte sta attraversando. L’attuale situazione rende difficile il lavoro degli artisti, in particolare quello dei più giovani” ha proseguito. Il concorso ha come tema centrale l’Europa, perché? “Abbiamo voluto riprendere questo importante tema in vista del 9 maggio, lasciando spazio ai giovani per sentire cosa hanno da dire al riguardo” ha concluso Klotz. Un’opportunità per i giovani altoatesini di tutti i tre gruppi linguistici d’appartenenza che, anche in questo periodo di lockdown e crisi, possono dar spazio alla loro creatività.

Andrea Dalla Serra


Il video del giorno