Huber si racconta ad Altro Adige: “Il mio amore per la Juve e l’intensità dei viaggi della Memoria”

BOLZANO. Alessandro Huber è il segretario provinciale del Partito Democratico. Il suo ruolo pubblico è certamente quello più conosciuto al grande pubblico ma è anche un ragazzo di 30 anni con passioni che portano lontano dalla politica.

Dalla Juventus a Indi, la sua dalmata (non a caso bianco e nera) passando per la profondità di un viaggio della Memoria con cui raggiunge Auschwitz ogni anno. Con i giovani. Studenti che sono anche il suo lavoro da professore al liceo Toniolo.

Ospite di Altro Adige con Alan Conti, Andrea Lavezzo e Lorenzo Molinari Huber racconta il suo “altro” mondo.

Condividi