Urla e bestemmia nel Santuario: esorcizzata una giovane per 9 ore

Una giovane di 26 anni è stata esorcizzata al Santuario di Monte Berico a Vicenza. Prima della confessione ha iniziato ad urlare, bestemmiare e dimenarsi: i fedeli sono stati fatti uscire dalla chiesa mentre l’esorcista ha cercato di liberare la donna per nove ore

La Madonna è apparsa due volte al Santuario di Monte Berico a Vicenza: nel 1426 e nel 1428. Un periodo particolarmente complicato per l’epidemia della peste. In un altro momento difficile dal punto di vista sanitario ecco che questa struttura è tornata in primo piano per un episodio accaduto domenica.

Durante una confessione, infatti, una ragazza di 26 anni accompagnata da madre, padre e fratello al Santuario ha iniziato a bestemmiare, urlare e dimenarsi in mezzo alla penitenziaria prima del rito della Riconciliazione. Immediatamente è stato chiesto l’intervento dell’ottantenne Giuseppe Bernardi che a Monte Berico si occupa degli esorcismi. I fedeli sono stati fatti uscire velocemente e le porte chiuse tra le urla terribili della giovane. Qualcuno ha chiamato l’ambulanza e la polizia di Stato per capire cosa stesse succedendo.

Dalle 11 alle 20, tuttavia, padre Bernardi ha effettuato un vero e proprio esorcismo sulla donna recitando i passaggi previsti dal Rituale Romanum de Exorcismis di Papa Paolo V come previsto dalle procedure dell’Associazione Internazionale Esorcisti (Aie). Al termine di questo trattamento la giovane si è addormentata ed è stata portata via dal fratello. Di lei, poi, si sarebbe occupata la questura di Vicenza accompagnandola in una casa di accoglienza.

Secondo quanto si è appreso in un secondo momento la donna era già seguita da un esorcista della diocesi di Verona ed era stata portata a Monte Berico per un estremo tentativo collegato al rito della Riconciliazione. “La confessione è già di per sé un primo passo verso l’esorcismo quindi è bastata una volontà di fede per scatenare dentro di lei un inferno”.

Niente, ovviamente, può escludere che ci si trovi di fronte a problematiche di carattere sanitario anche senza alcun intervento da parte dei soccorritori accorsi all’esterno di Monte Berico.

“Le richieste di esorcismi che riceviamo – ha spiegato il priore Carlo Maria Rossato – sono davvero tante. Siamo nell’ordine delle centinaia. Dobbiamo essere pronti a queste situazioni seguendo le procedure e le linee guida”. Un’informativa dettagliata di quanto accaduto sarebbe stata inviata al Segretario di Stato al Vaticano Pietro Parolin e alla diocesi di Vicenza.

Alan Conti

Foto di copertina Wikimedia Commons Tango7174

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5744 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?