Edyna, ecco tutti i lavori alla rete elettrica di Bolzano

Edyna ha elencato in consiglio comunale a Bolzano tutti i lavori in programma sulla rete elettrica per i prossimi tre anni. Un investimento complessivo di 89 milioni di euro per rendere l’infrastruttura più sicura

Operai di Edyna al lavoro

Si è tenuta l’altra sera in consiglio comunale l’audizione dei rappresentanti di Edyna del gruppo Alperia che si occupa della sicurezza e del buon funzionamento della rete elettrica. E’ stata l’occasione per presentare un piano di interventi in città elaborato sul prossimo triennio. Il Comune di Bolzano, d’altronde, detiene il 21% delle quote della stessa Alperia. “Spesso diamo l’energia elettrica per scontata – le parole del consigliere comunale Claudio Della Ratta che ha riportato i dati principali dell’intervento in aula – ma appena un paio di anni fa sarebbe bastato uno sforamento dell’1% per generare un lungo blackout in tutto il capoluogo altoatesino”.

Una panoramica su Edyna

LE CABINE ELETTRICHE DI EDYNA

Uno degli obiettivi di Edyna sarà l’unificazione di tutte le 590 reti di cabine elettriche sul territorio comunale per fare in modo che abbiano una tensione omogenea di 20.000 volt (oggi non è così e non è possibile, per esempio, utilizzarne di riserva in caso di guasti). Altre 360 cabine sono state sostituite per renderle interconnesse tra loro.  

Per la sostituzione di cavi obsoleti, invece, si interverrà nel 2022 nelle vie Fago, Beato Arrigo, Cadorna e via Guncina. Nel 2023 ci si sposterà al Colle e nel 2024 sulla parte residuale della città con un investimento complessivo di 49 milioni di euro (che comprende anche le tante strade già rinnovate dal 2016 al 2021 con la posa di 59,2 chilometri complessivi di nuovi cavi).

Lavori ai contatori da parte di Edyna

L’ANELLO ATTORNO ALLA CITTA’

Futuri blackout dovrebbero essere scongiurati con un collegamento ad anello attorno alla città che consenta di congiungersi in più punti con la rete primaria ad alta tensione di Terna (possibile grazie agli allacciamenti primari di Sant’Antonio e di Oltrisarco all’altezza del cimitero). In questo modo si suddividerà il carico riducendo i rischi (ci sono anche le centrali primarie Sassari e Colle) per un esborso di 25 milioni di euro.

Le caratteristiche dei nuovi contatori di Edyna

II NUOVI CONTATORI DI EDYNA

Entro il 2024, inoltre, si completerà l’opera di sostituzione di 76.000 contatori (iniziata nel 2020). Quest’anno toccherà al 56% delle forniture del capoluogo (partendo da Gries per poi passare a Centro e Don Bosco), nel 2023 saranno il 25% (Don Bosco e Europa Novacella) e il 13% nel 2024 (Oltrisarco). Investimento previsto per questa operazione è di 12 milioni di euro.

Stilando un bilancio complessivo si calcola che Edyna svilupperà opere per un totale di 86 milioni di euro che vanno ad aggiungersi ai 500 milioni che Terna investirà sull’intero territorio provinciale per un’infrastruttura che sia più efficiente e all’avanguardia.

Alan Conti

Foto Unpsplash e Edyna

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5578 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?