Cocaina, 25.000 euro in contanti ed una pistola: arrestato barista di Don Bosco a Bolzano

BOLZANO. I poliziotti della questura di Bolzano hanno arrestato un sessantenne residente a Don Bosco e gestore di un bar in città che aveva 4 etti di cocaina nascosti in vari luoghi, 25.000 euro in contanti e una pistola clandestina con 60 colpi. L’uomo era stato fermato ad un controllo insieme alla moglie mostrandosi parecchio nervoso. La polizia, che lo conoscevano per alcuni reati specifici che lo portarono all’arresto lo scorso ottobre, ha deciso di indagare a fondo procedendo ad una perquisizione personale ed una domiciliare (oltre ad un passaggio nel locale che gestisce).

Con sé, ad ottobre, l’uomo aveva 330 grammi di cocaina e 7.000 euro in contanti. L’altro giorno nel borsello custodiva 5.000 euro mentre a casa, perlustrata con il supporto dell’unità cinofila della guardia di finanza, sono stati rinvenuti 74 grammi di cocaina, numerosi ritagli di cellophane ed una forbice. In una tazza ecco altri 20 involucri di cellophane termosaldati con 22 grammi di cocaina e nella cassapanca della cucina due bilancini di precisione ed uno strumento per il rilevamento di microspie. Nello scatolone del pane raffermo del locale, infine, erano custoditi 20.050 euro in contanti di vario taglio.



I poliziotti, tuttavia, sono stati abili nel ricordarsi che al controllo di ottobre l’uomo era stato fermato su un’altra vettura chiedendone conto. Il sospettato ha riferito di averla venduta senza essere troppo convincente. Non a caso era parcheggiata in una via limitrofa all’abitazione ancora in uso al sessantenne. All’interno della macchina erano nascosti altri 337 grammi di cocaina e, sotto al sedile, una pistola semiautomatica calibro 7,62 di fabbricazione sovietica con 60 munizioni. Un’arma non catalogata in Italia e quindi clandestina e che non ha nulla a che vedere con la sparatoria di via Bari.

L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato e condotto nel carcere di via Dante a Bolzano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sequestrata la sostanza stupefacente, i contanti, la pistola e anche l’automobile utilizzata per il trasporto.

Alan Conti

Foto Polizia

 


Il video del giorno