BZ News 24
BolzanoCronaca

Chiama la polizia ma deve scontare una pena in carcere: arrestato

Il confine tra vittima e aggressore, talvolta, è labile ma l’episodio verificatosi ieri sera in via Combattenti a Bolzano è davvero singolare. Alla centrale operativa del numero di emergenza, infatti, è arrivata una richiesta di aiuto da parte di un uomo che spiegava di essere stato molestato e aggredito da alcuni ragazzi giovani. Sul posto i poliziotti non sono riusciti a trovare gli aggressori e hanno posto qualche domanda in più alla vittima visto il racconto un po’ confuso e, a tratti, contraddittorio. Con sorpresa è emerso come l’uomo, bolzanino di 67 anni (M.G. le sue iniziali) avesse a proprio carico numerosi precedenti penali per reati di varia natura come ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, furto, furto aggravato, furto in abitazione, possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli oltre a violazione di domicilio. Un filotto davvero ragguardevole.

Oltre a tutto questo il bolzanino doveva anche scontare una condanna a un anno e otto mesi di reclusione per un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica a Venezia per il reato di ricettazione. Un episodio commesso diverso tempo fa. Spesso, comunque, l’uomo è stato visto bivaccare nella zona di piazza Mazzini dove ha anche creato qualche problema. Lo scorso maggio, per esempio, era stato colpito dall’avviso orale del questore perché si era sottratto a un controllo della polizia municipale alla guida della sua auto. In quell’occasione aveva anche ferito un agente procurandogli alcune lesioni. Ieri, comunque, è stato trasferito nel carcere di Bolzano dove sconterà la pena alla quale è stato condannato.

Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?