Calcio, l’Alto Adige a caccia dei playoff matematici al Druso contro la Samb

BOLZANO. Questa domenica, 7 aprile, il campionato di serie C (girone B) scende in campo per la 34esima giornata, quattordicesima del girone di ritorno. Reduce dai pareggi in serie contro Pordenone (0-0) e Vicenza (2-2), ma anche quinto in classifica a pari punti con il Monza e capace di conquistare 12 risultati utili (6 vittorie e 6 pareggi) nelle ultime 13 partite disputate, nelle quali ha perso solo il match casalingo contro la Giana Erminio (1-2), il Südtirol va a caccia della matematica qualificazione ai playoff nel match casalingo (stadio Druso, ore 16.30) contro la Sambenedettese, decima in classifica e tornata domenica scorsa a muovere la classifica con il pareggio interno contro la Virtus Verona (1-1).
In casa, dove non vince da due partite, il Südtirol ha sin qui conquistato 25 dei 51 punti che detiene in classifica per effetto di uno score di sei vittorie, altrettanti pareggi e tre sconfitte, l’ultima – in ordine di tempo – rimediata due domeniche or sono contro la Giana Erminio (1-2).
In trasferta la Sambenedettese ha ottenuto 13 dei 41 punti complessivi. Il ruolino di marcia dei ‘ramarri’ annovera 1 vittoria (a Verona contro la Virtus Vecomp, ad inizio dicembre), 10 pareggi e 5 sconfitte.
Con la Fermana la formazione di mister Zanetti ha la miglior difesa del campionato con 25 gol incassati.

IN CAMPO.
Contro la Sambenedettese mister Zanetti non potrà disporre del ‘lungodegente’ Crocchianti e di Della Giovanna, che sta recuperando da un infortunio di natura muscolare. Da valutare le condizioni di Casale, che non ha potuto allenarsi sempre regolarmente perché ancora sofferente per la contusione rimediata la scorsa settimana al collo del piede destro. La lista dei convocati verrà pubblicata sui nostri profili social (Instagram e Facebook) nel pomeriggio di domani, sabato 6 aprile.

I NOSTRI AVVERSARI.
La Sambenedettese, che nella sua quasi centenaria storia (è stata fondata nel 1923) vanta 21 partecipazioni al campionato di serie B e 22 al campionato di serie C1, milita per la terza stagione di fila nella terza divisione nazionale per importanza, dove ha fatto ritorno vincendo il girone F della serie D nella stagione 2015-2016. Nei due scorsi campionati di C la formazione marchigiana è arrivata rispettivamente settima e terza, alle spalle del Südtirol, qualificandosi quindi ai playoff in ambedue le stagioni (2016/2017 e 2017/2018): due stagioni or sono la corsa agli spareggi-promozione in serie B si è interrotta al secondo turno, mentre la scorsa stagione i rossoblu si sono spinti sino ai quarti di finale, dove sono stati eliminati dal Cosenza, poi promosso nel campionato cadetto.
La squadra occupa attualmente la decima posizione, l’ultima utile per accedere ai playoff. La Samb non vince da cinque partite, nelle quali ha raccolto tre punti, ma domenica scorsa è tornata a muovere la classifica nel match casalingo (1-1 il finale) contro la VirtusVecomp Verona, una delle squadre più in forma del campionato. E’ iniziato dunque con un pareggio il ‘Magi-bis’. Stiamo parlando del 47enne allenatore Giuseppe Magi, che è tornato alla guida della formazione marchigiana, già diretta ad inizio stagione.
Nel ‘mercato’ di gennaio la Samb ha operato pochi ma mirati innesti, puntellando soprattutto il reparto difensivo con il mancino Matteo Fissore (dall’Alessandria) e con i giovani D’Ignazio (dal Napoli) e Scalera (dal Pescara).
Ma non mancano, sin da inizio stagione, i calciatori di qualità e di comprovata affidabilità nella categoria. Fra questi spiccano Vedran Celjak, difensore croato ‘ex’ Alessandria e Benevento, Cristian Caccetta, centrocampista 32enne che dopo tre stagioni a Trapani, l’ultima in serie B (27 presenze), ha militato nel Cosenza, nel Catania e – nella seconda parte dello scorso campionato di C – nel Pordenone, il trequartista/seconda punta Andrea Russotto, reduce da un triennio in C col Catania (80 presenze complessive e 13 gol) e già in A con Treviso (2 presenze) e Napoli (14 presenze) e in B con lo stesso Treviso, col Crotone e col Livorno, e l’attaccante Francesco Stanco, che ha trascorsi significativi in serie B (sette le stagioni fra i cadetti) con Modena, Cittadella e Cremonese.
Non a casa è proprio Francesco Stanco con 7 reti (più un assist-gol) il top-scorer della squadra marchigiana.

 

I PRECEDENTI.
Sono sette. I primi due risalgono all’ormai lontano campionato di C2 stagione 2001/2002, coi biancorossi che si aggiudicarono entrambi i confronti (2-1 a San Benedetto del Tronto, 3-0 al Druso). I due successivi confronti si sono invece disputati nella stagione 2016/2017, in serie C, con pareggio nelle Marche (2-2) e vittoria della Samb al Druso per 5-2. Altri due precedenti fra marchigiani e biancorossi risalgono invece allo scorso campionato di C, con vittoria per 1-0 della squadra di Zanetti a San Benedetto del Tronto (gol-partita di Erlic, ora allo Spezia, in B) e pareggio (1-1) al Druso con rete biancorossa a firma di Costantino per il momentaneo 1-0. Nella gara d’andata, di cui riferiamo a parte, successo marchigiano per 1-0. Il bilancio complessivo annovera quindi tre vittorie del Südtirol, due della Sambenedettese e due pareggi.

LA GARA D’ANDATA.
Lo scorso 9 dicembre un Südtirol che appena due giorni e mezzo prima aveva affrontato il Torino in Coppa Italia uscì sconfitto dallo stadio ‘Riviera delle Palme’ di San Benedetto del Tronto per 1-0 con gol-partita di Di Massimo dopo appena 12 minuti di gara.

L’ “EX”.
Uno soltanto e gioca nel Südtirol. Stiamo parlando di Luca Berardocco, che ha militato in forza alla Samb nella prima parte della stagione 2016/2017, collezionando 18 presenze, impreziosite da due gol.

ULTIMA PARTITA PER LA TRIBUNA CANAZZA. Lunedì, 8 aprile, verrà ufficialmente aperto il cantiere per la costruzione del nuovo stadio Druso. Il primo intervento sarà la demolizione della tribuna Canazza, che – prima di essere ricostruita – sarà sostituita con una tribunetta di 250 posti che sarà posizionata dietro una delle due porte, quella lato Lido per intenderci. Sarà dunque l’ultima partita al Druso alla quale si potrà assistere dalla tribuna Canazza, in vita dal lontano 1930, quando venne costruito e poi inaugurato l’impianto di viale Trieste a Bolzano.

L’ARBITRO.
Marco Ricci di Firenze (Maninetti-Rondino)

SERIE C (girone B) – QUINDICESIMA DI RITORNO (domenica 07/04/2019)
GUBBIO – TRIESTINA (ore 14.30)
FC
SÜDTIROL – SAMBENEDETTESE (ore 16.30)
RAVENNA – PORDENONE (ore 16.30)
FANO – RENATE (ore 16.30)

ALBINOLEFFE – RIMINI (ore 16.30)
TERAMO – VICENZA (ore 16.30)
FERALPISALO’ – VIS PESARO (ore 16.30)
GIANA ERMINIO – MONZA (ore 16.30)

FERMANA – TERNANA (ore 16.30)
VIRTUS VERONA – IMOLESE (ore 20.30)

LA CLASSIFICA.
Pordenone 64 punti; Triestina° 57; FeralpiSalò 55; Imolese 53; FC Südtirol, Monza 51; Ravenna 49;  Fermana 45; Vicenza 42; Sambenedettese 41; Teramo, Gubbio 38; Vis Pesaro, Ternana 37; Albinoleffe, Virtus Verona 36; Renate, Giana Erminio 34; Rimini, Fano 33
° un punto di penalizzazione