Bolzano, scintille tra Huber e Biancofiore: “Class action in difesa della città”

BOLZANO. Una class action di addetti del settore del turismo, commercianti, operatori economici, imprenditori e studenti per chiedere i danni a Michaela Biancofiore e difendere Bolzano. Questo il proponimento del capolista del Pd Alessandro Huber dopo la lettera inviata dalla parlamentare ai bolzanini in sostegno di Roberto Zanin. “Definisce la città come un bivacco di immigrati, clandestini, accattoni e ladri. Non si rende conto del danno che apporta a Bolzano sostenendo certe falsità indegne gettando del fango gratuito per (presunto) tornaconto elettorale. Appena dopo le elezioni valuteremo ogni possibilità di avviare azioni di tutela”.



Michaela Biancofiore, dal canto suo, risponde sicura della vittoria alle elezioni: “La risposta alla sua class action sarà la batosta che prenderà alle urne. Per il resto ho decine di messaggi di avvocati pronti a difendermi gratuitamente. Evidentemente la mia lettera l’ha punto sul vivo. In fondo anche l’Svp non vede l’ora di cambiare partner. Quanto a Huber sarò contento di incontrarlo nelle aule del palazzo di giustizia”.

Alan Conti

Foto Huber