Bolzano, rapine ed effrazioni in via Alto Adige: “Dateci la sorveglianza continua”

BOLZANO. Una rapina a mano armata e due effrazioni nel giro di pochi giorni. E’ questo il bilancio riportato dal titolare del negozio di elettronica Rottensteiner di via Alto Adige a Bolzano al Tageszeitung. “Succede qualcosa ogni mese – spiega Alexander Rottensteiner – e anche noi chiediamo una sorveglianza continua come in piazza Magnago”.



La notte di domenica i criminali sono rimasti due ore ad armeggiare davanti alle porte d’ingresso del negozio: “Volevano distruggerle per entrare ma alla fine il sistema d’allarme spento li ha spaventati e sono scappati. Un mese fa un uomo armato di coltello ha minacciato una dipendente prima di scappare ed essere arrestato dalla polizia sul Talvera”. Da qui la richiesta di una sorveglianza continua: “Il cantiere crea una zona nascosta. La polizia, quando chiamata, arriva subito ma non basta. Avremo bisogno di una sorveglianza continua finanziandola con il fondo da 100.000 euro che Signa destina alle casse pubbliche per la sua opera”.

Alan Conti

Foto immagine video di sorveglianza

MACCHINA SOTTOVUOTO A 23,00 EURO SU AMAZON