Bolzano, Lamin morto per emorragia interna dopo il volo nel garage

BOLZANO. Lamin Saidy è morto per dissanguamento a 24 anni dopo la caduta nel cavedio del garage di via Alto Adige a Bolzano. L’impatto a terra, infatti, ha rotto una costola che ha perforato un polmone provocando un’emorragia interna. Questo l’esito dell’autopsia condotta ieri sul corpo del giovane e messo a disposizione della Procura di Bolzano con la pm Luisa Mosna ad occuparsi del caso. Resta da comprendere come mai fosse senza maglietta o scarpe dato che alcuni amici hanno riferito di averlo visto poco prima vestito con la giacca e qualche soldo. Voleva andare a Merano o a Milano spostandosi dal capoluogo altoatesino.



Ora si dovranno attendere anche gli esiti delle analisi che dovranno stabilire se Saidy avesse assunto alcolici o sostanze stupefacenti al momento del decesso. Resta da comprendere come il giovane gambiano sia caduto per circa dieci metri. Ha perso l’equilibrio da solo? Qualcuno lo ha spinto repentinamente o preso di peso? Non solo, il suo zaino con la maglia, il giubbotto e le scarpe accuratamente messi via è stato trovato a pochi metri dal suo corpo. Purtroppo non vi sono occhi elettronici di telecamere puntate sulla zona esatta dell’incidente.

Alan Conti