Bolzano, il Bosco dei Bricconi sarà riqualificato

BOLZANO. C’è, a Bolzano, una passeggiata in un bosco con diversi giochi per bambini ormai abbandonati. Danneggiati, dimenticati e stretti tra ciuffi di erba molto alta. Si tratta del sentiero sopra Oltrisarco caratterizzato dal progetto comunale e provinciale denominato “Bosco dei bricconi“. Più di dieci anni fa si trattò di un’iniziativa pensata dal Comune di Bolzano (con l’Azienda Servizi Sociali Bolzano), la Provincia e il conte che detiene la proprietà privata del bosco. Seguendo lo schema dell’iniziativa il sentiero è stato punteggiato di stazioni con giochi per i bambini: educativi e del tutto naturali. Per diverso tempo è stato frequentato dai piccoli delle scuole primarie della città. Da qualche mese, tuttavia, l’incuria ha lasciato che i giochi si deteriorassero e anche il verde pubblico non gode di particolare manutenzione. Secondo alcuni accordi che sarebbero intercorsi tra la proprietà privata, la Provincia e il Comune ad occuparsi della cura degli spazi verdi dovrebbe essere l’amministrazione provinciale. I giochi, invece, sarebbero sotto la responsabilità del Comune che ha coordinato il progetto con l’Assb e le scuole (in questo caso provinciali). In tutto questo il conte, proprietario del bosco, avrebbe ceduto il terreno in comodato d’uso a Palazzo Widmann in cambio, appunto, della sua manutenzione.

Un intreccio complicato di accordi che andranno verificati e che, nel frattempo, ha portato, ad una mozione presentata in consiglio di Circoscrizione Oltrisarco Aslago da Kevin Morghen due mesi fa. Il documento, ripreso dal telegiornale di Rttr Alto Adige, chiedeva degli interventi di cura del bosco e dei giochi. E’ stato approvato quasi all’unanimità dallo stesso Quartiere.

Ieri sera (martedì 30 luglio) l’assessore comunale ai servizi sociali Juri Andriollo è stato ospite della seduta della Circoscrizione Oltrisarco. In questo contesto si è fatto carico della situazione. “Devo verificare che la competenza sia effettivamente mia. Ho già scritto alla collega Maria Laura Lorenzini per capire come possiamo muoverci anche nell’ambito della tutela del verde“. Probabile sia necessario coinvolgere anche la Provincia con l’assessorato all’ambiente di Giuliano Vettorato. “Non conosco nel dettaglio questa situazione -chiarisce Vettorato –ma mi informerò al più presto su quali siano i nostri possibili ambiti di intervento. Nel momento in cui comprenderemo chi deve fare cosa non sarà un problema pianificare dei lavori per il rispetto dell’ambiente e del progetto”. Nei prossimi giorni è in programma un incontro per velocizzare i passaggi di un intervento nemmeno troppo complesso. Dopo anni di abbandono il Bosco dei Bricconi potrebbe tornare a far sorridere i bambini.

Alan Conti


Il video del giorno