Bolzano, i profughi ucraini a Bagni di Zolfo

I primi 15 profughi ucraini sono arrivati a Bolzano nell’ ostello della gioventù di via Renon messo a disposizione grazie all’accordo tra Stato e strutture. Si calcola che almeno altri 40 cittadini ucraini siano stati accolti in città ma il numero è, purtroppo, destinato a salire visti i drammatici aggiornamenti dal fronte bellico. 

La Provincia con l’assessore competente Waltraud Deeg ha chiesto al capoluogo di individuare edifici disponibili e la scelta è caduta sull’ex albergo Bagni di Zolfo. La struttura è di proprietà dell’Ipes ed è al momento vuota dopo la gestione di Caritas (anche in questo caso per l’accoglienza di profughi). Potrebbe accogliere un centinaio di persone. 

Bolzano – chiude il sindaco Renzo Caramaschi – ospita già 685 profughi in strutture pubbliche e 60-80 di loro dormono per strada”.

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5663 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?