Avelengo, frode all’Inps di una facoltosa signora: sequestrati 50.000 euro

MERANO. Sfruttando l’assegno sociale di un parente emigrato da tempo nella lontana Argentina una signora di Avelengo è riuscita ad incassare 113.000 euro dall’Inps. Indebitamente secondo una meticolosa indagine del comitato provinciale di Bolzano della guardia di finanza. Il meccanismo fraudolento innescato dalla donna si basava su false autocertificazioni e sulla cointestazione di un libretto postale dove l’Inps versava regolarmente i bonifici. Una frode che sarebbe durata 14 anni prima che a qualcuno venisse un sospetto avviando un controllo puntuale e una successiva indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Bolzano. Al termine dell’operazione la signora meranese è stata denunciata per truffa aggravata.

A rendere ancora più sorprendente la frode è lo status della donna: non certo una persona in stato di bisogno economico ma, anzi, una proprietaria immobiliare di una bella residenza di pregio nel comune di Avelengo. Oltre a diversi appartamenti nella città di Merano. Contestualmente alla denuncia le fiamme gialle, dunque, hanno sequestrato anche 50.000 euro dai conti correnti della donna. E’ la momentanea quantificazione da parte dell’Autorità Giudiziaria del profitto relativo alla frode ai danni dell’Inps. (a.c.)

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5954 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?