Arrestato con l’accusa di essere una spia cinese: aveva la sede in Alto Adige

BOLZANO. E’ stato arrestato ieri a Monaco di Baviera un uomo di 75 anni di ritorno da un viaggio in Italia. Secondo le autorità tedesche si tratterebbe di una spia del governo cinese operante come professionista scientifico. Forti i suoi legami con l’Alto Adige dato che l’Institute for Transnational Studies a lui collegato ha la sede italiana a Gais. Si tratterebbe, formalmente, di una società geopolitica con focus sugli affari asiatici.  Come riporta il sito Formiche.net l’indagato sarebbe stato reclutato dai servizi segreti cinesi durante una conferenza a Shangai nel 2010 e fino al 2019 avrebbe passato regolarmente informazioni a Pechino alla vigilia delle visite di Capi di Stato o conferenze internazionali particolarmente importanti. Avrebbe anche servito nel Bnd, i servizi segreti tedeschi, conducendo quindi una doppia vita tra i due Paesi.



Quando è stato arrestato a Monaco l’uomo era diretto a Macao, in Cina, in compagnia della moglie: pare per incontrare gli ufficiali dell’intelligence cinese. Il mandato d’arresto nei suoi confronti era già stato spiccato il 23 giugno scorso. L’istituzione della sede dell’Its a Gais, però, risale al 2011: teoricamente un anno dopo il reclutamento cinese. Negli anni successivi il fermato avrebbe favorito una serie di incontri minori dedicato al terrorismo islamico sul territorio italiano mentre nel 2010 in Val Pusteria era arrivato Brig Vinond Anand, esperto di Difesa indiano. Lo stesso Istituto aveva organizzato una conferenza dedicata alle dinamiche del Sud Asia a Brunico dal 2 al 4 dicembre 2011 e il 21 maggio 2012 un incontro sulla pirateria somala. Nel 2013 le conferenze sono quattro fra Gais e Bolzano dedicate a diversi temi tra cui l’Iran e il Myanmar. Poi il silenzio. Il consigliere provinciale Alessandro Urzì ha messo in luce la notizia presentando pure un’interrogazione: “Vogliamo sapere che ruolo avesse, in tutto questo, la sede di Gais e se i rappresentanti delle nostre istituzioni abbiano mai avuto rapporti con questo personaggio. Va compreso se esiste un rischio di fuoriuscita di informazioni sensibili”.

Alan Conti

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 6044 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?