Andriollo: “Nessuna volontà di emarginare in periferia i senzatetto”

“Io sono sempre disponibile a confrontarmi con le critiche però vanno contestualizzate in modo più approfondito”. L’assessore alle politiche sociali del Comune di Bolzano Juri Andriollo non ci sta a farsi dipingere come quello con la ramazza che cerca di nascondere la polvere sotto il tappeto. La fine del servizio di distribuzione di pasti sulla strada del Vinzibus ha portato il responsabile Paul Tschigg a parlare di “volontà politica di spostare in periferia i senzatetto per levarli dal Centro storico”. Sensazione condivisa anche dal direttore di Caritas Paolo Valente.

“Non c’è alcuna volontà di spostare le persone dalle zone eleganti per confinarle lontano. Mi sembra che chi muove queste critiche si lamentasse, qualche tempo fa, perché il Comune portava il servizio in strada. Al freddo. Ora abbiamo trovato un posto caldo in un contesto molto più organizzato e non va bene lo stesso”.

Però che si spostino i senzatetto lontano dalle zone del disagio è innegabile…

“Ma guardiamo anche perché questo avviene…”

Perché?

“Perché il Comune non ha alcuno spazio alternativo da offrire in quel quadrante, complici anche i lavori per il Kaufhaus Bozen. Abbiamo dovuto spostare molti servizi. In ogni caso ricordo che non lontano dalla stazione troviamo il Conte Forni in via Renon, la mensa della Caritas  e il Binario 7 ai Piani. Non mi pare poco. Oltretutto l’ex Alimarket è fornito gratuitamente dalla Provincia e per un’amministrazione prestare attenzione a come si spende non può essere secondario”

Chiedici informazioni a info@bznews24.it

Tuttavia è saltato il progetto di via Marconi…

“Quello è un problema urbanistico che non è di mia competenza”

Per un senzatetto, però, è più difficile arrivare all’ex Alimarket rispetto a viale Trento…

“Non è nemmeno così vero. Nei primissimi giorni di servizio mensa in via Gobetti abbiamo servito subito 60 pasti caldi. Evidentemente in tanti hanno capito immediatamente cosa fare. D’altronde anche il centro notturno di via Comini non è esattamente in Centro eppure le persone arrivano tranquillamente per dormirci”

Quanto durerà il servizio mensa all’ex Alimarket?

“Il mio obiettivo è creare qualcosa di duraturo. Stiamo puntando molto anche sul centro diurno sviluppando decisamente la formazione. Creare questa stabilità e puntare su questi fattori sono elementi nuovi e spesso sono stati invocati in passato dalle stesse associazioni come obiettivo primario. Ora lo stiamo facendo. Un corso di formazione curato da Forteam e Fondo Sociale Europeo ha permesso di occupare 17 persone senza fissa dimora. Questo è lo schema che vogliamo perseguire”

Intanto si discute molto dell’allargamento del Daspo…

“Non è uno strumento pensato o creato per il sociale ma per la sicurezza. Detto questo noi dobbiamo utilizzarlo come possibile rotella inserita in un meccanismo di recupero e aiuto più ampio. Allontanare un soggetto dal luogo dove sta sbandando può aiutare ad assisterlo creando un percorso di reinserimento lontano da quell’ambiente. Se il Daspo è inserito in un contesto virtuoso può essere qualcosa di utile anche per il sociale”.

Alan Conti

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5851 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?