Alto Adige, dal 7 aprile didattica a distanza per chi non si sottopone al tampone

BOLZANO. Dal 7 aprile nelle scuole primarie e medie dell’Alto Adige potrà fare lezione in presenza solo chi si sottoporrà al test del tampone antigenico autosomministrato. Lo prevede l’ordinanza provinciale pubblicata ieri sera dal presidente Arno Kompatscher dopo aver atteso il parere del ministro alla Salute Roberto Speranza. Gli alunni che non parteciperanno al monitoraggio resteranno a distanza.
Da verificare, però, se ci saranno abbastanza operatori sanitari per coprire il fabbisogno di tutte le scuole. I docenti sarebbero stati invitati ad infilare il bastoncino nei reagenti ma i sindacati hanno fatto presente come si tratti di un’operazione sanitaria e non didattica.
Contrario all’impostazione è l’assessore provinciale alla scuola Giuliano Vettorato: “I test devono essere un’opportunità e non una discriminante”.

Alan Conti