A Merano una nuova frontiera: “Io, wedding planner per disabili, è l’Amore che vince tutto”

MERANO. In questo momento i matrimoni paiono miraggi lontani, difficili chimere nel limbo di chi comunque si sta organizzando nell’incertezza. Ci vuole coraggio. Anche a farne un’idea di business ed un lavoro come ha deciso Vaska Mabritto, residente a Merano e wedding planner davvero particolare. Sguardo deciso verso il futuro conscia delle difficoltà ma con la voglia di prenderne le opportunità. Tutto con una chiave speciale: essere l’organizzatrice di nozze per disabili.

“Cosa vuole, non possiamo certo farci scoraggiare da quello che sta accadendo. Ci muoviamo, ci scuotiamo, reagiamo”

Perché wedding planner in questo momento?

“Perché avevo voglia di coniugare il mio animo romantico con lo spirito creativo della mia personalità. Tutto prendendo una strada particolare e molto personale”

Raccontiamola…

“Mio marito è un uomo meraviglioso. Purtroppo nel 2017 è stato vittima di un incidente in montagna molto brutto che lo ha costretto a vivere su una sedia a rotelle. La nostra vità è stata scombussolata, ne siamo usciti scossi. E’ ovvio. Questo, però, ha introdotto nuove prospettive in molte cose, compreso il matrimonio. Avevamo le nozze da organizzare e tutto è cambiato di colpo. A quel punto avevamo davanti due strade: andare avanti oppure lasciarci tirare a fondo dalla tristezza e dalla depressione”

Avete scelto la prima.

“E’ la vita. Abbiamo scelto quella ma è stato lui a trascinarmi quando io vedevo tutto nero. Così, grazie all’amore e alla fantasia, siamo riusciti a creare il matrimonio che volevo con l’uomo della mia vita. E’ scattata la scintilla: se l’ho fatto per me allora posso farlo per tutti. Organizzare un matrimonio per disabili richiede delle accortezze cui nessuno pensa. Ci penso io. Nulla deve impedire di continuare a fare ciò che amiamo. Nemmeno le difficoltà. Ovviamente mi occupo di matrimoni di ogni tipo ma in questo settore specifico capisco ci voglia qualcosa di più”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quali particolarità ha un matrimonio per disabili?

“Le esigenze e le attenzioni ruotano tutte attorno ad un pilastro fondamentale. Nessuno si deve sentire a disagio o impossibilitato a fare qualcosa. Da lì discendono tutte le scelte e le modalità. Spesso chi non vive queste difficoltà non riesce nemmeno ad immaginare le centinaia di variabili che possono creare impedimenti. Chi ci convive tutti i giorni sa già dove andare a cercare gli ostacoli. Eliminandoli”

In cosa si concretizza questo lavoro?

“Lunghe analisi, molti sopralluoghi e approfonditi dialoghi con i responsabili di strutture o servizi. Vale sia per il matrimonio sia per il viaggio di nozze. Sono anche importanti eventuali video per visionare il tutto. Il dettaglio diventa ancora più fondamentale nella pianificazione. Nulla è impossibile e tutto può essere perfetto”.

Alan Conti

Foto Vaska Mabritto