A Laives installati i cartelli per la sicurezza dei ciclisti

LAIVES. Almeno un metro e mezzo di distanza dai ciclisti quando si viaggia in automobile. E’ questo il messaggio, semplice, dei cartelli che il Comune di Laives ha deciso di installare per richiamare alla massima attenzione gli automobilisti. Una proposta arrivata al sindaco Christian Bianchi dell’ex ciclista professionista altoatesino Manuel Quinziato, ex campione del mondo, specialista delle cronometro e delle grandi classiche del Nord. Uno che la strada per le due ruote la conosce bene. “Sono particolarmente contento che l’amministrazione di Laives si sia dimostrata sensibile ad un tema importante come quello della sicurezza. Speriamo che il suo esempio venga seguito da molti altri Comuni, specialmente sul nostro territorio dove la cultura ciclistica è fortunatamente molto diffusa e capillare”.



I cartelli, dunque, segnalano le zone particolarmente frequentate dai ciclisti ricordando di mantenere una distanza di almeno un metro e mezzo dalle biciclette che si trovano, superandole, sul fianco destro delle vetture. “E’ un messaggio semplice – continua il sindaco Bianchi – che tuttavia è molto importante ribadire richiamando l’attenzione di chi sta guidando”. Ieri la presentazione dell’iniziativa all’ingresso dell’abitato nord di Laives lungo via Kennedy. “Siamo il primo comune altoatesino ad aderire a questa campagna nazionale di sicurezza. Ho provveduto a girare tutta la documentazione anche all’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider perché ritengo sia un’iniziativa decisamente estendibile a tutto il territorio altoatesino. Puntiamo molto sul cicloturismo e, in generale, sulla cultura degli spostamenti in sella ad una bici: cercare di garantire il massimo della sicurezza è un dovere”.  I dati nazionali, purtroppo, parlano chiaro mettendo a nudo quelli che sono i rischi di chi guida una bicicletta per sport, lavoro o semplice passione. “Ogni anno in Italia muoiono circa 300 ciclisti per incidenti stradali. Altri 17.000 vengono feriti. Fortunatamente la bicicletta è un mezzo in forte espansione per le sue tante positive implicazioni ecologiche e di salute. Questa ascesa va accompagnata con entusiasmo e responsabilità. Contiamo di essere presto una delle tante amministrazioni ad aver aderito ad un’iniziativa di sensibilizzazione e di aiuto concreto”.

Alan Conti

L’OFFERTA DI OGGI: ROOMBA A 250 EURO