Merano, aggredisce la fidanzata che perseguitava da sette mesi: arrestato

MERANO. La stava seguendo da tutta la sera, macerandosi nella gelosia fino a quando è scoppiato. Un ragazzo di 22 anni è stato arrestato questa notte (tra venerdì e sabato 19 ottobre) per atti persecutori ai danni della ex fidanzata. Il giovane ha controllato i movimenti della ex partner per tutta la serata in diversi locali della cittadina in riva al Passirio per poi scoppiare affrontando la donna faccia a faccia. A quel punto, accecato dalla gelosia, le ha strappato il telefono cellulare di mano per verificare le sue frequentazioni. La ragazza si è ribellata assieme ad un’amica che era con lei e il ragazzo le avrebbe aggredite sia fisicamente sia verbalmente. Un gesto che non è passato inosservato ad alcuni passanti che hanno allertato i carabinieri che si trovavano davvero vicini al luogo dell’aggressione. La pattuglia radiomobile di Merano, quindi, ha subito fermato il ventiduenne che, nella tasca della giacca, aveva ancora con sé lo smartphone della ex fidanzata. E’ stato condotto nella caserma della compagnia di Merano in via Petrarca dove gli uomini dell’Arma hanno verificato come fosse già destinatario di un ammonimento per comportamenti persecutori ai danni della donna fin da marzo 2019. Da sette mesi, dunque, non la lasciava in pace. Inevitabilmente per lui è scattato l’arresto per evitare circostanze pericolose. E’ stato posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria che ora dovrà vagliarne gli aspetti penali.

Alan Conti

Foto CC Merano