Da Chiesa a Verde puntiamo sulle forme….spettacolari

Finito di mangiare colomba e cioccolata?

La trentesima di campionato è dietro l’angolo, eccoci pertanto con i nostri immancabili consigli che tutta la stampa specializzata ci invidia. Ebbene sì! Ci hanno provato a portarci via, ma come potevamo tradirvi? Le “nostre perle” solo per gli aficionados di Bz  News 24.

Ed allora cosa aspettate? Prendete carta e penna (chiedo scusa per il gioco di parole) e segnatevi i nostri fantaconsigli di giornata

Sanabria (Torino): 4 gol nelle ultime 4 giornate. No, non è il principio di un’equazione matematica, bensì il ruolino di marcia dell’attaccante granata. Il Toro vuole fortissimamente una salvezza che fino a poco tempo fa pareva un miraggio. E questa necessariamente dovrà passare anche dai suoi piedi, pardon bonus! Turno ostico in casa dei friulani? Ma il Toro ha bisogno di punti e noi tutti dei suoi preziosi bonus.

Verde (Spezia): eccola “la chicca” di giornata! Qualcuno di voi – magari nelle leghe più numerose – lo ha preso? Beh, è ora di dargli continuità! Col Crotone in casa è sfida salvezza, ma lo Spezia di Italiano reclama punti. Poi noi ancora ci stiamo stropicciando gli occhi nel rivedere il gol in rovesciata contro la Lazio di sabato scorso..

Chiesa (Juventus): no, non è in forma smagliante. E’ in forma mostruosa! La vittoria contro il Napoli nel recupero infrasettimanale porterà più stimoli che scorie. La classifica per la zona Champions è ancora terribilmente corta e pertanto urgono punti nel turno casalingo contro il Genoa. Papà Enrico giocava nel Doria, secondo noi…. buon sangue non mente!

Kucka (Parma): la legge dell’ex è “dura lex, sed lex”! Ci vogliamo poi aggiungere che il Milan pare solo la brutta copia di quello ammirato fino a dicembre? Il Parma se non è all’ultima spiaggia, quasi ci manca. Non può permettersi di perdere ancora punti per strada. Poi il rigorista in pectore è lui.. Bah, per non sapere né leggere né scrivere, noi….

Ionita (Benevento): beh, due gol nelle ultime tre giornate. Titolarità inamovibile e rendimento in costante ascesa. Il Benevento dei miracoli si vedrà opposto in casa il Sassuololandia di De Zerbi. Probabile invito al festival dei gol e che non ci scappi pure qualche bonus per il nostro forte centrocampista moldavo con passaporto rumeno.

Mertens (Napoli): lo diciamo a beneficio di quei pochi folli che durante l’asta di riparazione lo hanno svincolato oppure scambiato (stile Tafazzi del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo): Ciro is back! Nel finalmente ri-completo attacco del Napoli gira che è.. nu bellezza: doppietta nella penultima giornata e un + 3 nell’ultima. Per il Doria il Napoli è sempre stato ostico, aggiungeteci poi diverse motivazioni tra le due formazioni. Serio candidato per il vostro attacco a tre.

 

 

Godin (Cagliari): lo stesso discorso lo potremmo fare per Nainggolan. Ok è un ex ed in quanto tale tirerà fuori “gli attributi”, ma questo Cagliari pare quasi rassegnato, molle. Al contrario dell’Inter che dopo tanti anni di delusioni vede in cima alla salita il traguardo, ai suoi lati le due miss con la bottiglia di magnum già in mano. Spiace per il Casteddu, ma ai neroazzurri servono i tre punti. Ah, la volata di tappa la tira la coppia Lu-La, mica Fantozzi e Filini…

Tameze (H.Verona): il camerunese è da un po’ che è in fase calante. Bei voti sempre più radi, bonus praticamente finiti nel dimenticatoio. Domenica arriva la Lazio che chiede strada per tentare una risalita in ottica Champions. L’ex Atalanta se la vedrà col centrocampo biancoceleste. Meglio ipotizzare un piano B.

Boga (Sassuolo): annata sfortunata per il forte attaccante del Sassuolo. Tuttavia, ciò non basta a giustificare il pessimo rendimento. Inutile nasconderlo. Da lui ci si aspettava molto di più: 3 gol e 1 assist sono il misero bottino sin qui realizzato. Col Benevento, solamente se non avete validissime alternative oppure credete ancora che i regali li porti Babbo Natale (attenzione: spoiler).

Amrabat Fiorentina): 23 partite giocate, 0 gol e 0 assist. Alzi la mano chi può ritenersi soddisfatto? Noi no, di certo. E sinceramente ci siamo anche un po’ stufati di aspettare la (ex) futura promessa del Marocco. Se volete una sorpresa, consolatevi con il vostro ovetto Kinder.

Keita Balde (Sampdoria): il nigeriano si è eclissato dopo un inizio che faceva ben sperare i fantallenatori che ci avevano creduto. Poi ha progressivamente perso – nell’ordine – bonus, buoni voti ed infine minutaggio a vantaggio della nuova coppia titolare formata dal Quaglia e Gabbiadini. Noi non ci puntiamo così forte per questo impegnativo turno contro i partenopei in corsa Champions.


Il video del giorno