Test nasali nelle scuole altoatesine, Roma stoppa la Provincia

BOLZANO. Disco rosso del governo centrale ai test nasali come requisito per partecipare alle lezioni in presenza nelle scuole altoatesine. A chiarirlo è una circolare inviata dal capo dipartimento del ministero all’Istruzione Stefano Versari a dirigenti ed uffici scolastici. “L’attuale quadro legislativo nazionale – scrive – non prevede la possibilità di subordinare la fruizione in presenza dei servizi scolastici all’effettuazione obbligatoria di screening diagnostici”.



Nello stesso chiarimento viene esclusa la possibilità per le amministrazioni locali di attuare delle deroghe: “Sono possibili solo in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o di rischio estremamente elevato di diffusione del virus o delle sue varianti”.

Alan Conti