Egna, Jost punta alla successione di Pichler ma non sarà semplice

EGNA. La Bassa Atesina è sempre stata un laboratorio politico molto interessante da studiare ed analizzare. Si tratta di una realtà dove sono state sperimentate liste civiche di vario tipo e dove i partiti nazionali hanno perso molta attrattività negli ultimi 10/15 anni.

Molto interessante il caso di Egna dove le liste civiche in corsa per le comunali di settembre sono più dei partiti tradizionali.

Novità in casa Volkspartei; il sindaco uscente Horst Pichler non ricandida. Al suo posto ci sarà una donna Karin Jost, assessora uscente alla famiglia e alle scuole. Tuttavia la Svp non sta passando un momento semplice. Guardando ai risultati delle precedenti tornate si nota come abbia perso ben 4 consiglieri comunali, passando da 11 agli attuali, e 600 voti, su una media votanti di 2900, fra il 2000 ed il 2015. Non è quindi scontata l’elezione di una sindaca della Stella Alpina.

Una lista invece che registra il trend opposto è la civica tedesca di Bündnis Neumarkt, che da poco ha perso il suo rappresentante di spicco Georg Simeoni, morto purtroppo nel mese di maggio. Il testimone è passato ad Arthur Cappelletti che guiderà la sua compagine verso le elezioni di settembre, cercando di far crescere l’attuale gruppo consigliare che conta 4 consiglieri.

Il vicesindaco Alex Pocher si presenta invece con una civica Insieme Miteinander, mandando in pensione il simbolo del Partito Democratico, scelta forzata visto il tracollo del PD fra il 2010 ed il 2015 dove ha perso 150 voti ed un consigliere comunale. Pocher, molto apprezzato dalla cittadinanza di Egna, correrà anche per la carica di primo cittadino, contando peraltro sull’appoggio dell’ex vicesindaco Giorgio Nones. Non si escludono sorprese.

Si ripresenta invece l’altra formazione civica @EgnaNeumarkt guidata dal consigliere uscente Alessandro Borsoi, ex Pd.

Borsoi si era smarcato dal Partito Democratico alle elezioni del 2015, tornata in cui aveva presentato per la prima volta la civica @EgnaNeumarkt insieme alla consigliera Federica Pizzaia, eletta nel 2010 per la prima volta in consiglio comunale nelle fila del Pdl. Il consiglieri uscente Rudi Zancanella, eletto alle precedenti elezioni comunali con la lista Forza Italia – Lega correrà anche lui sotto il simbolo di @EgnaNeumarkt.

La Lega si presenta con un proprio candidato sindaco, Rosa Valenti, avvocato e criminologa, che collabora col carcere di Bolzano. La compagine salviniana prova a tornare nel consiglio comunale di Egna dopo 5 anni. L’ultimo leghista era stato l’ex sindaco Girardi Edwin nella legislatura 2010-2015.

Manca poco alla scadenza dei termini per la presentazione delle liste e non è escluso si presenti qualche altra formazione politica.

Giuseppe Marino

Foto Google Streetview