BZ News 24
AnimaliBolzano

Il business del matrimonio fa male alle colombe

Cosa c’è di meglio di un bel volo di colombe nell’aria per fare da scenografia ad un matrimonio da favola? Ma per gli animali in questione, il vostro spettacolo potrebbe essere l’ultimo

Se i tempi di Roma antica, durante i quali si esaminavano le interiora di un animale per verificare il consenso degli dèi al matrimonio, sono lontani, non mancano però anche oggi le coppie che decidono di coinvolgere gli animali nel loro rito matrimoniale. Certo, l’inserimento avviene in modo meno cruento, ma la consuetudine a non farsi mancare cavalli, alpaca, pappagalli o rapaci, forzandoli ad un ambiente diverso dal loro, è sempre più frequente. Il lancio delle colombe, in particolare, è una delle attività più proposte da chi organizza matrimoni.

L’attenzione qui non è certo posta sul costume, sul gusto personale o le scelte più o meno stravaganti nei festeggiamenti, ma è importante comprendere che coinvolgere queste creature nel proprio giorno speciale non è privo di conseguenze e che, anzi, si rischia di interferire nei delicati equilibri della natura.

Foto di Arthur da Pixabay

LE COLOMBE A BOLZANO

“Già 15 anni fa a Bolzano, nonostante l’espresso divieto della legge provinciale che proibisce di immettere fauna nell’ambiente, si assisteva al volo delle colombe in occasione di diversi matrimoni. Ma purtroppo questi animali nati in cattività sono difficilmente in grado di cavarsela in libertà. Ed è così che ci è capitato spesso di operare salvataggi di esemplari magri e indeboliti, vittime di queste pratiche.” Commenta l’ornitologo dell’OIPA Maurizio Azzolini. “Ricordo in particolare il caso di un volo di colombe finito sull’autobus che collega via Resia al centro città: per l’incapacità di reagire al disorientamento, molte di loro sono rimaste appollaiate sul tetto del bus per più di un giro completo.”

Anche se le colombe acquistate per coreografare il rito del matrimonio vengono offerte da professionisti che si dicono in grado di farle tornare indietro a spettacolo finito, commenta Azzolini, ci sono fondati dubbi sulle reali capacità degli animali di ritornare da dove sono venuti.

COLOMBE VIETATE IN ABRUZZO E MOLISE

Emerge, in questo panorama pericoloso per la fauna alata, la città di Pescara, che nell’estate dello scorso anno ha vietato il volo delle colombe in occasione dei matrimoni. La scelta, presa dopo la morte violenta di alcuni esemplari in circostanze di sfruttamento a fini ludici, vuole essere un segnale di empatia e consapevolezza, nelle parole di Paolo Sala, primo firmatario dell’Ordine del giorno e portavoce del Movimento 5 Stelle al Comune di Pescara. Poche settimane dopo, nel virtuoso Molise, anche Termoli si allinea.

Da un punto di vista etico, in un mondo che cerca di salvarsi dalla perdita di biodiversità e dai cambiamenti climatici e che lotta per inquinare meno, la mercificazione della vita di un animale, ridotto a parte dello show per un giorno, dovrebbe essere apertamente contrastata. Eppure, per molti, al cospetto del proprio momento magico, ogni cosa – o essere vivente – appare sacrificabile.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?